RIFLESSIONI DA VILLAGRAZIA

Il primo post scritto non da Caltanissetta non poteva avere un titolo diverso.
Da quasi due settimane, infatti, ho iniziato una nuova fase della mia vita: cambiando città, lavoro e casa in un colpo solo.
Devo dire che tutto va più che bene sia dal punto di vista lavorativo sia per la fresca vita da vero single.
Non ho ancora scoperto le nottate e le serate palermitane ma per questo c’è sempre tempo anche considerando che il clima non aiuta, qui piove ininterrottamente da tre giorni e tre notti, e meno male che a Palermo l’inverno non doveva arrivare mai !!
Domenica ho ritrovato la gioia di una bellissima rete di Alex Del Piero e ieri sera ho ritrovato la gioia della rete di internet.
Volevo complimentarmi con chi ha organizzato la bellissima festa di laurea di Ester (scusaci tanto per il nostro modo di fare gli auguri), e, a proposito di lauree eccellenti, volevo anche fare le mie piu’ sentite congratulazioni a Ciccio Augello…. fresco “Avvocato” che vedo gia di grande successo vista la vena polemica che lo contraddistingue da sempre, un abbraccio ad entrambi.
Come dicevo, la festa di sabato è stata davvero molto gradevole ma una cosa mi è rimasta particolarmente dentro di quella nottata di divertimento: un uomo, un onesto cittadino, un onesto lavoratore noto a Caltanissetta per svariate iniziative lodevoli è costretto al sesso solo una volta alla settimana e, per di più, proprio in un giorno dove normalmente ci si riposa, la domenica …… e di mattina presto !!!!
La mia più grande solidarietà lo raggiunge in questo momento; non posso dire il nome dell’interessato per ovvie ragioni di privacy ma vorrei tanto farlo in modo tale che, non solo io, ma tutti insieme potremmo stringerci a lui e aiutarlo in qualche modo.
Lo stato di ebrezza dei presenti alla festa, ad una certa ora, era alquanto elevato e si chiacchierava tutti nella massima schiettezza e sincerità. L’uomo in questione, dopo aver fatto questa rivelazione in presenza del sottoscritto ma anche di almeno altre 4 – 5 persone, resosi subito conto della gravità della sua situazione, ha cercato di ritrattare e di scappare via ma, ormai, il danno era fatto e, ovviamente, nessuno ha creduto alla sua ritrattazione ed al suo dire che ci stava prendendo in giro; che tristezza in quel momento, sia sua sia nostra.
Successivamente ha provato ad insultarci (chiamandoci segaioli….come se lui le seghe ora che è sposato non se le fa più)….. ma poi ha cambiato discorso, e ne siamo stati lieti tutti anche se il velo di tristezza è rimasto ma grazie al cielo evavamo a fine festa.
Stavolta non vi chiedo polemiche, sarebbero davvero fuori luogo, vi chiedo solidarietà per quest’uomo, sia che abbiate capito di chi parlo sia che non lo abbiate individuato.
Grazie dell’attenzione, aspetto i vostri numerosissimi commenti.
A presto

Share Button

5 Commenti

  1. in qualità di presente, panza e presenza, confermo la triste dichiarazione del soggetto che per l’occasione chiamerò E.T. Baracus. Non si è ben capito se si trattava di una confessione fatta agli amici in un momento di euforia alcoolica o se un consiglio ai futuri sposi, visto che uno fra i presenti a detta della festeggiata si è impegnato….e non sapiiamo se anche questa volta l’alcool ha dato il suo contributo, comunque sia, meditate gente e ai posteri l’ardua o la moscia sentenza….

  2. no Anzi a me la domenica serve per riposarvi dalle fatiche della settimana!!

    Al lavoro devo andarci fresco come una rosellina appena raccolta!

    smackss

  3. visto che qualcuno su msn un certo angiolettu mi scrissi ca un si capisci na minchia!

    Riscrivo meglio: la domenica non ho forza perchè già fortunatamente lo faccio durante la settimana, e che l’atto mi serve per essere bello rilassato e fresco, non posso presentarmi in ufficio con le occhiaie!!!

Rispondi a Anonymous Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*