NINO IL SAGGIO E LE DONNE

Viste le numerose critiche ricevute sui precedenti post, troppo imperniati sul calcio, approfitto dell’amaro pareggio della Juventus a Firenze per dedicare il post domenicale ad un argomento più leggero: le donne.
Premetto che non sono maschilista e che, personalmente, sono contento che la donna si sia emancipata ed abbia raggiunto l’uomo in svariati campi.
Aggiungo anche che, ancora oggi, in molti settori ed, ahimè, in molti paesi del mondo la donna subisce molto la stupida prepotenza maschile e che tutto ciò, nel 2007, dovrebbe essere fermato prima possibile; proprio per queste ragioni, però, chi vi parla ha scelto la vita da single.
Fatta questa dovuta premessa, sono quasi “costretto” a trattare quest’argomento in quanto raccolgo “il grido d’aiuto” lanciatomi, con richieste inequivocabili, da alcuni miei carissimi amici che hanno scelto di dividere la loro esistenza con una donna !!
Nino, un amico “felicemente” single, parlando di donne e del poco sesso che si fa a Caltanissetta, faceva una riflessione: le donne nissene non hanno avventure coi nisseni perchè gli stessi hanno la “lingua lunga” e non fanno altro che vantarsi delle loro avventure amorose; tale idea è maturata nella sua testa dopo che un suo amico catanese lo aveva apostrofato come fortunatissimo in quanto nisseno e quindi concittadino di donne calde e passionali !!!. Nino, rimasto esterrefatto dalle parole dell’amico , ha capito che le donne nissene sono di fatto molto calde e passionali ma che solo altre province della Sicilia possono ben assaporare queste loro caratteristiche, il tutto solo per colpa esclusiva del “maonzese”.
Facendo il sottoscritto parte della “categoria” accusata dall’amico Nino, è naturale che per spontanea autodifesa, devo dire che si, il nisseno ha la “lingua lunga”….. anzi lunghissima, ma la donna di CL subisce l’influenza del nostro provincialismo e pensa di trovare, spesso sbagliando, nello “straniero” quel qualcosa in più che pensa di non trovare in “casa propria”.
Chi, come Nino, sceglie la vita da single deve muoversi per tutta la Sicilia ed oltre per “raccattare” un po’ di sano sesso; pensate che il pover’uomo si è dovuto indebitare per acquistare un camper proprio a questo scopo.
Chi, invece, prende la strada della vita di coppia si trova a dover convivere con una donna moderna e, spesso, addirittura prepotente. L’emancipazione femminile ha portato la donna sullo stesso piano dell’uomo ma, inevitabilmente, ha prodotto grandi problematiche sociali in quando le stesse rappresentanti del “sesso debole” sono in bilico tra “la donna forte ed emancipata” e “la donna fragile e romantica”.
Questa situazione di incertezza produce effetti disastrosi innanzitutto nei rapporti di coppia dove l’uomo, disorientato dal disequilibrio dell’altro sesso, si ritrova a non sapere più che pesci prendere ed ha la sensazione di sbagliare sempre e comunque qualsiasi decisione prenda all’interno coppia.
Nel campo lavorativo è altrettanto inevitabile che, a causa della giusta e dovuta indipendenza economica femminile, sono diminuiti drasticamente i posti di lavoro disponibili!
Altro disastro: i ragazzi moderni …. gli adolescenti d’oggi ….. perchè secondo voi sono esageratamente maleducati e, in molti casi, piccoli “mostri” ?…..perchè le adolescenti d’oggi, sono gia fumatrici, bevitrici, “shampiste” ad appena 15 – 16 anni ?.
Non vorrei essere frainteso, non sto parlando di colpe per il sesso femminile ma è innegabile che la contemporanea assenza del padre e della madre dal nucleo familiare lascia questi ragazzi da soli e gli stessi finiscono con l’essere “educati” dal computer e dalla televisione, il risultato è evidente.
Noi nati negli anni ’70 siamo, probabilmente, l’ultima generazione che ha conosciuto “donne d’altri tempi”, abbiamo ricevuto l’educazione dalla famiglia e per la famiglia: la donna è fatta per badare alla casa e per crescere i figli…… nessun uomo potrà mai superarla in questo, lo ha deciso la natura, lo ha deciso Dio.
Spero di aver ben interpretato il “grido d’aiuto” di uomini disperati, di uomini innamorati ma anche oppressi dalle loro rispettive “padrone”, di uomini che devono indovinare sempre il momento giusto, di uomini che devono convivere con la “transizione ” della donna del 2.000.

Donne cucinate e crescete i figli!! nessuno può farlo meglio di voi !!

Grazie per il tempo dedicatomi…… aspetto i vostri numerosi commenti …. senza limiti di polemica ovviamente !

Share Button

5 Commenti

  1. come diceva il mitico prof Assennato caro Angioletto “i fimmini su di du razzi chiddri cu l’ali e chiddri buttani…” Angiolè hai mai visto una donna volare?

    Basta vedere ste zoccole quando vanno a studiare fuori……

    Un caldo abbraccio…..
    Gianluca

  2. Caro Gianluca..ci sono anche due razze di uomini,quelli bastardi a cui piacciono le puttane e quelli con un quoziente intellettivo del 300%..hai mai visto un uomo con tanta intelligenza?..io no!!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*