MI SPIACE ?

Reggiani, romeno: “Mi spiace”

“Ho preso soltanto la borsetta”

Nicolae Romulus Mailat, accusato di omicidio volontario, violenza sessuale e rapina, si è detto rammaricato per quanto accaduto alla donna massacrata a Tor di Quinto a Roma, proclamandosi ancora una volta innocente. “Mi dispiace per quello che è successo a Giovanna Reggiani, ma io ho preso solo la borsetta“, ha raccontato il romeno al suo avvocato durante un colloquio nel carcere di Regina Coeli.
In particolare Mailat ha ribadito la versione messa a verbale nel corso dell’udienza di convalida del suo fermo. Il romeno ha ammesso di aver rapinato la donna ma ha ricordato di essere subito fuggito e successivamente di essere tornato sul luogo dell’aggressione senza ritrovarla. E’ su questo particolare che proclama la sua innocenza per quanto riguarda l’accusa di omicidio volontario. Al suo legale l’indagato ha anche confidato che in patria fu riformato dal servizio di leva per disturbi della personalità. Intanto deve ancora essere fissata la data dell’interrogatorio della nomade, ospite in una struttura privata, che ha indicato alla polizia il nome di Mailat. A quanto si è appreso dietro la segnalazione della donna potrebbero esserci rancori personali.

Da qualsiasi punto di vista si guardi la questione immigrazione-criminalità si capisce che politicamente si è sbagliato tutto. E’ evidente che i romeni (nonostante siano europei) hanno un’estrazione culturale completamente diversa dalla nostra e la loro integrazione nel cosidetto “occidente evoluto” è molto difficile e complicata. In Italia siamo bravi solo a leggiferare inutilmente (vedi Bossi-Fini completamente inefficacie) ed a cercare di fare “pacchetti” di emergenza quando ormai la situazione è irrecuperabile. Ormai quando succede qualcosa che coinvolge Rom, zingari, slavi o romeni la caccia all’immigrato è automatica e si sente parlare sempre con maggior insistenza di ronde di cittadini e di giustizia privata, questo avviene quando le istituzioni non esistono più

La mancanza di certezza della pena nel nostro paese fa si che molti criminali stranieri che nei loro paesi sarebbero condannati a pene severissime, vengano in Italia dove sanno bene di rischiare poco o nulla e, addirittura, in certi paesi (Romania), la polizia locale aiuta i “peggiori” ad emigrare in modo tale da non avere più gente pericolosa nel proprio paese. Risultato ?…. le strade italiane non sono più sicure e in Romania si stanno liberando dei loro peggiori criminali diventando, via via, un paese veramente tranquillo dal punto di vista della criminalità…. dovremmo emigrare tutti da loro tra qualche anno ?.

La gran parte dei paesi europeri, non appena la Romania è diventata comunitaria, ha fatto delle moratorie per “regolarizzare” e controllare gli ingressi ed avere un giusto controllo della situazione. Da noi il primo ministro Prodi si è limitato a dire rispontendo ad un cronista ….. “Hanno il passaporto come il mio e come il suo…..”

Io sono per l’accoglienza, l’aiuto, l’integrazione di tutti gli immigrati, sono una risorsa per il nostro paese e vanno anche incoraggiati a venire. Di contro penso anche che chi è “ospite” di un paese straniero deve integrarsi rispettando le regole, la cultura e le leggi del paese ospitante. Da noi, come sempre, si è in molti casi esagerato e si è convusa l’accoglienza con una sorta di “razzismo al contrario” (vedi richieste continue di nuove moschee, episodi di “polemica religiosa” nelle nostre scuole, presenza di interi quartieri stranieri in tante città italiane……etc… etc…).

Concludo e vi lascio la parola puntualizando l’ultimo concetto: Beppe Grillo lo aveva previsto. Grillo, da tempo, parlava del grosso rischio di xenofobia in Italia dovuto allo scarso controllo delle frontiere ed ai conseguenti crescenti atti di delinquenza di molti stranieri. Purtroppo è avvenuto ed ora è tardi.

Saluti a tutti

Share Button

4 Commenti

  1. Viviamo in un paese dove puoi uccidere macellando a pezzi, bere il sangue, le urine e mangiare gli intestini pieni di merda della vittima e invece della galera acquisisci notorietà e prima o poi verrai fotografato e intervistato da Corona…dove puoi diventare “imprenditore di te stesso” fottendoti milioni di euro e mandando in bancarotta tutto ciò che tocca la tua mano e invece della galera acquisisci notorietà e prima o poi qualcuno farà dei films o delle fiction su di te…
    Se fossi un criminale figliodiputtana di qualsiasi parte del mondo , non ci penserei mezza volta a raggiungere l’Italia!
    Che paese fantastico!
    saluti, fabio.

  2. VIA I NUOVI BARBARI DALL’ITALIA

    L’ITALIA AGLI ITALIANI

    STIAMO SCHERZANDO VEDERE QUESTA IMMONDIZIA GIRARE PER LA MIA NAZIONE?
    CHE CONTRIBUTO PORTANO? SE NON MANOVALENZA ALLA MAFIA-CRIMINALITA’-IGNORANZA-PUZZA-MISERIA-DISOCCUPAZIONE-

    E SI DISOCCUPAZIONE CARI MIEI, PERCHE’ QUESTE MERDE DISEDERATE SI SVENDONO AI PADRONI, NELLE AZIENDE, NEI CANTIERI EDILI, NELLE CAMPAGNE.
    I NOSTRI IMPRENDITORI SE NE APPROFITTANO DEL LORO STATO DI BISOGNO E CON IL COSTO ORARIO DI UN OPERAIO ITALIANO REGOLARIZZATO NE PAGANO 5 DI QUELLE MERDE, CONSEGUENZA PIU’ DISOCCUPATI ITALIANI

    RIPETO L’ITALIA AGLI ITALIANI
    STOP IMMIGRATION NOW

  3. Come sempre sei “un tantino” estremo ed esagerato. Non condivido nessuna delle tue invettive e nessuno dei tuoi insulti. Sono persone come tutti gli altri, come me e come te. Se non ti lavi, puzzi pure tu !
    Il problema politico e giuridico è un’altra cosa, il tuo atteggiamento, ahimè, ha solo un nome: razzismo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*