I CAZZI PROPRI

Mentre nel mondo succede di tutto , così come in Italia, (e c’è perfino il rischio di essere invasi dall’Isis), come ogni anno, a Febbraio, decine di milioni di italiani, seguono (per un’intera settimana !) il festival di Sanremo. Ascolti record e grandi complimenti per Carlo Conti ma, per quel poco che ho visto (e considerando anche chi ha vinto), non mi è sembrato ci fosse un eccezionale livello musicale.

Allora ho pensato che, visto che ognuno alla fine si fa un pò i cazzi propri, oggi me li voglio fare pure io. A poche ore dall’inizio di Cesena – Juventus, prevista per le 20,45, noi tifosi bianconeri godiamo dell’ennesimo pareggio della Roma che, nonostante le sicure dichiarazioni di Garcia, continua a dimostrare, pecca storica, di non essere all’altezza di primeggiare. Noi a Cesena dobbiamo essere al massimo della concentrazione, non scherziamo col Cesena.

Decisamente divertente il campionato del Milan, col povero Inzaghi che è arrivato a dichiarare che “con l’Empoli non è mai facile” (!), ma anche il Napoli continua a dare soddisfazioni. Si è ripresa l’Inter di Mancini ma è un modo di dire: diciamo che si è tolta dalle zone calde della classifica.

Insomma, se tutto va come deve andare, il quarto scudetto di fila dovrebbe essere un traguardo alla portata ma questo lo posso dire io, i nostri ragazzi devono mantenere la tensione alta fino alla fine, anche perchè si avvicina il ritorno della più importante competizione europea ed il Borussia sembra in ripresa.

Mi fa sorridere, invece, il caso-Lotito: quando si mette a presiedere la Federazione uno come Tavecchio, che ha in Lotito uno dei suoi più stretti “consiglieri”, cosa ci si attende ? Come più volte scritto su questo blog, il calcio italiano si sarebbe liberato, quasi dieci anni fa, di Moggi e Giraudo e, magicamente, si sarebbe ripulito. Prescritta, in tutti i sensi, la storia degli altri, è normale che certi comportamenti si ripetano ciclicamente ed è altrettanto ovvio arrivare alla conclusione che quella del 2006 fu una meschina messa in scena.

Stasera saremo senza Tevez, quindi niente è scontato: è il nostro giocatore più forte ma la Juve è la Juve e, nonostante le certezze di Garcia, sono fiducioso e sono, come sempre, cazzi miei. 

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*