FUOCHI D’ARTIFICIO

E’ stupendo il modo in cui, tutte le volte che la Juve vince una partita importante, stampa, media e social si scatenino nell’analizzare il singolo episodio. Allora sfatiamo subito le tante stupidaggini che si sono sentite in questi due giorni: il secondo giallo a Pjanic ci stava, ma siccome il primo non ci stava, l’arbitro (il migliore in Italia) ha ritenuto, usando il buonsenso, di non espellere il giocatore. D’altronde Orsato aveva già dimostrato in partenza di voler arbitrare con buonsenso: si veda la verifica V.A.R. nel primo gol bianconero e si veda l’ammonizione data a Vecino (prima della verifica V.A.R.) per un intervento da codice penale. Intervento che rivisto alla moviola non poteva non portare all’espulsione del giocatore nerazzurro. Questo è quanto avvenuto all’interno di novanta minuti giocati con grande intensità, con un’Inter che aveva ben giocato nonostante l’inferiorità numerica e con una Juventus che, dopo due rocambolesche reti subite nel tempo di recupero (Real Madrid e Napoli), segna al 90′ e vince meritatamente la partita. Vi ricordo che chi vi scrive, al di la degli sfottò che sono poi il sale del calcio, aveva sentenziato rigore a Madrid ed aveva spiegato che l’incazzo era dovuto solo al fatto che tale rigore fosse stato fischiato al 93′; che ha criticato Buffon per le sue parole e che, di conseguenza, risulta assolutamente obiettivo nonostante il dichiarato tifo. La storia che poi il Napoli abbia perso a Firenze perchè la Juve ha vinto a San Siro sfiora il ridicolo, mentre Sarri ha ammesso, molto onestamente, che la sua squadra, contro la Fiorentina, ha giocato male e senza mordente e che, quindi, ha perso meritatamente.

Ed invece si aprono dibattiti, discussioni di ogni genere e tristissime esternazioni di un sindaco, quello di Napoli che dimostra scarsa competenza, scarsissima responsabilità ed alcun senso civico, una vera bestia di incompetenza convulsiva, ahimè tipica dei passionali tifosi del Napoli. Appena una settimana fa fuochi d’artificio e festeggiamenti da terzo (sì terzo) scudetto della storia. Una settimana dopo tre “papagne” a Firenze e disperazione in puro stile “sceneggiata napoletana”. Semplicemente vergognoso. C’è il V.A.R., ci sono tanti arbitri, ormai non si esulta più al gol perchè si attende …. il V.A.R. e continuate a rompere i coglioni con gli arbitri?! Cari “napolisti”, interisti, milanisti, romanisti etc. etc. guardate gli altri campionati: gli arbitri sbagliano, in un senso e nell’altro e non ci sono mai questi puerili e beceri commenti che vi portano ad un solo risultato: non vincere mai un cazzo. Calciopoli, evidentemente, non vi ha insegnato niente. Inutile provare a creare strategie fuori dal campo, potreste riuscire a rimandarci in serie B ed a farvi prescrivere ma poi, nel tempo, torneremmo in vetta a pisciarvi in testa comunque. Crescete e provate, se ne siete capaci, a vincere sul campo.

A chiudere vi dico, qualora non ve ne foste accorti, che il gol al 90′ in casa dei prescritti, dopo essere stati rimontati, è stata una delle più belle godurie calcistiche degli ultimi 20 anni. A presto e mi raccomando ancora: crescete e, forse, vincerete.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*