VISTO E RIVISTO

Ieri, mentre ero alla seconda lezione del corso sulla storia della Sicilia, organizzata dalla Pluriversità, mi è arrivata la notizia che il delinquente stava parlando in televisione con uno dei suoi soliti videomessaggi.
Ho calmato la persona che mi ha telefonato per darmi la notizia e che si rammaricava del fatto che io me lo stessi perdendo, le ho ricordando che i telegiornali ce lo avrebbero fatto vedere e rivedere in tutte le salse e, soprattutto, che non era necessario trascorrere un quarto d’ora ad ascoltare le parole di un pregiudicato che, dopo venti anni, ripete sempre le stesse identiche cose; sinceramente penso che, ad ogni nuovo discorso, aumenta il numero di italiani che si rende conto di essere stato preso per il culo per venti anni … e non solo da lui.

Intanto la Giunta per le autorizzazioni a procedere è andata avanti bocciando la relazione di Augello ed ora si procederà come tutti ci attendiamo. Questo della Giunta e del Senato è solo un modo per riempire i telegiornali ed i talk show visto che, come vi dicevo nel precedente post, nel momento in cui arriveranno le “pene accessorie”, il parlamento, sull’argomento, non avra’ più nulla da discutere e da votare ed il governo non cadrà.

Intanto, alla Camera, continua lo scontro tra il moVimento e la Boldrini che, è ormai fin troppo evidente, non si comporta in maniera imparziale, come previsto dal suo ruolo, ma fa parte della “squadra” (con capitan Napolitano) che, per il bene del Paese (?), deve far andar avanti questo governo; la presidente, quindi, esegue in maniera scientifica gli ordini della maggioranza Pd/Pdl.
In questo squallido scenario, almeno, c’è qualcuno che dice le cose come stanno ma non vorrei che pensaste che, in parlamento, il moVimento protesta e basta.
Mi piace segnalarvi, quest’oggi, l’interrogazione parlamentare sulla nostra miniera di Pasquasia; questo per dire che, una nostra grande prerogativa è quella di saper, contemporaneamente, controllare, contestare e lavorare in maniera propositiva. Anche all’Ars, infatti, il lavoro continua su più fronti anche se i telegiornali, quando parlano di noi, si occupano di altro.
Date un’occhiata agli ultimi provvedimenti fatti approvare a Palermo per avere conferma di quello che ho scritto.

Anche in tema-calcio mi pare tutto visto e rivisto: come l’anno scorso, infatti, avviene una cosa molto divertente; la Juventus è talmente forte che, non appena pareggia un paio di partite, tutti gli anti-juventini si ringalluzziscono e prendono coraggio. E’ fantastico.
Così com’è divertentissimo sbattere in faccia ai milanisti, molti dei quali “di sinistra” che odiano il presidente delinquente, che questi è il loro presidente e che, non essendo uno stinco di santo, nella storia del Milan verrà ricordato anche per il suo status di pregiudicato che, com’è ovvio, farà nascere qualche dubbio anche sulle vittorie e sulle strategie calcistiche.
Mi sembra giusto, per par condicio, salutarvi segnalandovi l’ennesimo prescritto che si muove al limite della legalità, ma anche questo è qualcosa di visto e rivisto.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*