UNA MANNA DAL CIELO

A volte osservo il disastro socio-culturale verso cui stiamo andando, guidati da M5S e Lega, e ripenso ai responsabili di tutto ciò, a coloro i quali hanno aperto la strada a questo sfacelo. Anche se tutti noi, notoriamente, abbiamo la memoria corta, spesso accade che i “perchè” del passato ritornino nel presente e ci riconfermino, in un certo senso, tutto. Nei giorni scorsi, infatti, un consigliere comunale nisseno del Pd è stato condannato, in primo grado, a due anni e 10 mesi di reclusione per il reato di truffa. Già tre anni fa, al momento dell’indagine, ne chiesi le dimissioni ma ora, anche se ci sono ancora due gradi di giudizio, si tratta di dignità politica. Dignità del partito di appartenenza e dell’interessato. Pensavo che, in tale senso, la condanna potesse essere una manna da cielo per liberarci da codesto rappresentate cittadino ma, evidentemente, non basta neanche questo.

Se i grillini e Salvini hanno ottenuto la maggioranza parlamentare nel nostro Paese, quelli da ringraziare sono i personaggi che li hanno preceduti che, come nel caso specifico, si rifiutano di fare un passo indietro, di dare un segnale politico, di mettersi da parte in nome di quel “bene per la città” che quotidianamente è presente sulla bocca di tutti i soggetti politici nisseni. Quindi, quando ci chiediamo (io il primo) come sia possibile che gli italiani abbiano votato e sostengano degli ignoranti di destra al governo, ricordiamoci di questi casi, di queste facce toste che, di fronte ad una gravissima condanna penale, continuano a rappresentare i nisseni all’interno del civico consesso.

E’ un periodo molto piovoso e per la nostra città, però questa è un manna dal cielo visto che ci si lamenta sempre che piove poco e per questo siamo in perenne crisi idrica. La manna è arrivata anche ieri quando si sarebbe dovuto svolgere in piazza il concerto, già rinviato una prima volta per motivi di sicurezza, di un cantante neo-melodico nisseno. La prima volta la sicurezza (forse delle nostre orecchie) e stavolta la pioggia hanno impedito che il concerto si svolgesse. Come molti, tra quelli che non amano il suddetto genere musicale, ho scherzato su facebook ma, stavolta, c’è stata una “reazione social” anche da parte del protagonista della vicenda. Molti si chiederanno, ed è giusto spiegarlo, ma perchè speri che un concerto non si svolga? Basta non andarci!. Sì, sarebbe semplice ma, per motivi sentimentali, se il concerto si fosse svolto, sarei dovuto andare. Ho quindi fatto un paio di danze della pioggia e, grazie al cielo (mai termine è stato più appropriato), ha piovuto ininterrottamente.

Ma che ci vogliamo fare? C’è stato San Michele, anche lui una manna che ha salvato la città dalla peste (!!), e nel 2019 ci saranno le elezioni comunali. Cosa prevedo? Forse sarò eccessivamente pessimista ma l’andamento è quello: prevedo un sindaco da #primaditutto…  sulla scia di Salvini, del razzismo, del becero e della sottocultura. Cosa ci può salvare se non una manna dal cielo?

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*