UNA FILA DI CAZZATE

Appena sveglio, stamani, il mio primo pensiero è stato aprire il “Sistema Operativo” e vedere che cosa si votava oggi: l’espulsione di Grillo ? una promozione per Casaleggio ? … o forse si vota “si o no” su Mussolini che non ha ucciso Matteotti ?.

Ormai, ogni giorno, è una sorpresa ed è un giorno “storico”, in cosa, però, nn si sa. A chi sta già pensando che parlo di Grillo, ormai con ironia, solo perchè non faccio più parte del moVimento (nisseno), ricordo che, per quanto mi riguarda, ho sempre espresso le mie perplessità su certi comportamenti e certe decisioni di Grillo, in tempi “non sospetti”.

Nell’ultimo post avevo detto la mia sulle espulsioni di Artini e Pinna ed espresso forti perplessità sulla proceduta prevista e non rispettata dallo stesso Grillo (il garante ?), ma mai mi sarei potuto aspettare che, quasi il giorno dopo, venisse proposta una votazione ancora più assurda e grottesca.

Anche stavolta, di punto in bianco, Beppe ed i suoi hanno sottoposto agli iscritti cinque nomi, tra i parlamentari, che dovrebbero “sostituire” Grillo alla guida del moVimento ma che, comunque, faranno sempre riferimento a lui. Così come nella prima votazione sulle espulsioni, anche ieri ho votato “no” ma non perchè avessi qualcosa contro le persone proposte, ma per il semplice fatto che, così posta, questa è stata l’ennesima “falsa consultazione”. Un pò come avvenne in occasione delle alleanze al Parlamento europeo, anche qui, proponendo una rosa di nomi già pronta, è ovvio e scontato il risultato del voto. Perchè non abbiamo scelto tra tutti i parlamentari ? perchè fare sempre tutto di fretta (e male) ?

Ho provato, ve lo giuro, a riflettere da “interno” ed a cercare, come altre volte, delle valide motivazioni e delle giustificazioni per i vertici del moVimento e, subito dopo la solita (ormai obsoleta) gratitudine verso Grillo per aver creato il moVimento, non sono riuscito a trovare una sola motivazione valida per questa serie di cazzate messe in fila. “uno vale uno”, “Ognuno è leader di se stesso” e “siamo orizzontali” diventano, da ieri ufficialmente, un’altra serie di cazzate messe in fila a cui, per anni, ho creduto e dedicato una bella fetta della mia vita.

Non è certamente una fila di cazzate messe insieme il film di Sabina Guzzanti, “La Trattativa”. Vi consiglio di andarlo a vedere, anche se ha aggiunto poco ad una “storia” che conosco abbastanza bene. Il film, molto ben fatto da tutti i punti di vista, offre spunti di riflessione parecchio originali, all’interno di uno scenario tragicomico che strappa non pochi (amari) sorrisi. Alla fine ti rimane un (bel) po’ di angoscia perchè viene fuori il disegno di uno Stato, il nostro, che di realmente democratico ha poco o nulla.

 

APPELLO PERMANENTE: lo scorso 7 Novembre 2014 il deputato regionale all’Ars Giancarlo Cancelleri,portaVoce del moVimento 5 stelle, ha preannunciato un comunicato stampa in merito allamia espulsione dal meetup nisseno. Ad oggi non ve ne è traccia.

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

Share Button

1 Commento

  1. Ciao caro… La tua espulsione è come una malattia autoimmune… Non riconoscere parte di se stessi. Uno dei pilastri dal mio punto di vista. Idem per quanto riguarda una persona espulsa da poco… Un abbraccio

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*