UN BRINDISI A 5 STELLE

Perchè un Parlamentare deve avere la possibilità di votare, in aula, esprimendo la propria preferenza in maniera segreta ? tra qualche giorno, mercoledì 18 Settembre, si voterà in Giunta per la decadenza di Berlusconi e, successivamente, si dovrà confermare il tutto in Senato, dove basta la richiesta di venti parlamentari per poter usufruire del voto segreto.
Un parlamentare, eletto dal popolo (si fa per dire), deve prendersi la responsabilità pubblica delle proprie scelte perchè, qualora il pregiudicato venisse “salvato” dalla segretezza dell’espressione del voto, ci sarebbe un rimbalzo di responsabilità che colpirebbe tutti, indistintamente.
Certo, comunque, che, se si pensa che a metà Ottobre verranno definite le pene accessorie (e il delinquente decadrà senza che serva alcun voto), appare strano il comportamento del Pdl e del suo leader; come se si cercasse di prendere tempo in ogni modo perché fortemente impauriti dal fatto che, a breve, Berlusconi non avrà più nessuna immunità e, da quel momento, uno dei tanti Magistrati che hanno in mano un’indagine che lo riguarda, potrebbe chiederne la custodia cautelare.
Sicuramente, al di la di quello che si dice in giro, io brinderò nel momento in cui il pregiudicato lascerà ufficialmente il Senato e mi auguro che si possa organizzare un veloce brindisi collettivo con gli altri attivisti del moVimento nisseno. Sarebbe auspicabile farlo, online, in tutta Italia: un bel brindisi a 5 stelle che servirebbe da buon augurio per il futuro ma che darebbe, anche, la possibilità di individuare, nei vari meetup, i tanti berluscones (che oggi andrebbero chiamati delinquentes) che “si nascondono” anche nel moVimento 5 stelle; chi non verrebbe al brindisi sarebbe un indiziato (senza ironia).
Non esistono “posizioni intermedie” nel moVimento e quello che stanno facendo i portavoce a Roma, sul tema dei ladri in Parlamento, lo dimostra quotidianamente.
Chi non si trova d’accordo con questa linea giustizialista e col tintinnar di manette nei confronti di Berlusconi e di tutte le altre personalità politiche di destra e di sinistra che subiscono delle condanne, può tranquillamente e serenamente accomodarsi alla porta.
Una buona parte dei nostri portavoce pentastellati saranno, oggi e domani, a Caltanissetta; si svolgeranno, infatti, due incontri pubblici (uno nel pomeriggio di oggi ed uno domattina) dove, oltre ad avere il piacere di stringere la mano a molti “protagonisti” di questi giorni, ci sarà modo di ascoltare i risultati del loro lavoro (di cui ne i telegiornali e nemmeno lo stesso Grillo parlano troppo) e di fare delle domande e delle osservazioni parlando direttamente con chi agisce in Parlamento: sia a Roma sia a Palermo.
Vi aspetto, quindi, oggi pomeriggio a Villa Barile a partire dalle 16 e 30.
Io ci sarò, nonostante Inter – Juventus e, solo per questo, dovreste sentirvi in dovere di partecipare…

Share Button

1 Commento

  1. Scusa ma io non ho mai votato Berlusconi, non sono mai stato un berluscones, eppure non mi sentirei proprio di brindare per il solo fatto che si rispetta la legge.
    è un pò come quelli che hanno fatto festa a novembre 2011 e poi è arrivato Monti.
    Berlusconi è un mezzo, il fine è un altro, via lui ci sarà qualcun altro che sarà usato per gli scopi da raggiungere.
    Quindi brindisi no, però potremmo sempre dare le condoglianze al pd e al pdl.
    Però scrivendo mi accorgo che la tua preoccupazione è principalmente per gli “infiltrati”, ma quelli penso si potranno smascherare in altri momenti nei loro comportamenti ed atteggiamenti verso le sfide e proposte future.
    Ciao ciao

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*