TUTTE LE POLEMICHE

Avrete notato, spero di no, che ieri, dalle 11,00  alle 17,0 circa, il blog è stato oscurato. Sul momento avevo pensato subito, da buon “complottista”, a qualche “mano nera”, poi, però, era solo un problema di pagamento: mi era sfuggita la fattura annuale del dominio e, giustamente, s’erano perse tutte le polemiche, che, però, come potete constatare sono state subito recuperate.

Non sono, purtroppo, a Roma, al Circo Massimo per “Italia5Stelle”, ma seppure a sprazzi, sto seguendo la manifestazione in diretta streaming. Non è piaciuta nemmeno a me la squallida polemica del Pd nei confronti di Fedez, ma mi è molto piaciuta, invece, la risposta del giovane cantante ed anche il suo modo di pensare e vedere il moVimnento.

Ieri sera l’ho ascoltato, a “Bersaglio Mobile”, fare un ragionamento semplice e lineare in cui mi ritrovo in toto; non riesco a trovare ancora l’intervista online ma diceva, riassumendo, che lui si sente un cittadino libero e che le sue idee sono rappresentate nel moVimento 5 stelle ma che, ovviamente, non tutto gli piaceva ed, infatti, ha fatto un breve elenco di due o tre cose, prese ad esempio, che non gli piacevano ed ha sottolineato il fatto che gli capita di non trovarsi per niente d’accordo con Grillo o con qualche portaVoce. Direi l’assoluta normalità di un “cittadino attivo” che rimane tale anche quando ha qualcosa da ridire nei confronti del moVimento stesso.  Carino il pezzo ed anche il nome d’arte, se non altro perchè somiglia a Tevez.

Come vi dicevo non sono potuto andare a Roma, ma mi sarebbe piaciuto eccome. Spulciando il programma della tre giorni, però, ho notato una cosa alquanto strana: tra tutti gli interventi previsti l’unico portaVoce siciliano (che opera in Sicilia) è il sindaco di Bagheria Cinque, per il resto, niente… nessuno (!!!).

Non c’è un solo deputato regionale siciliano e questo, sinceramente, mi fa nascere delle domande e mi fa riflettere. Può darsi sia stato solo un problema di spazio ? si, può essere ma uno (dico uno) dei 14 all’Ars che raccontasse l’esperienza siciliana e che annunciasse lo “Sfiducia Day” del 26 Ottobre prossimo, non ci doveva essere secondo voi ? secondo me si.

Dopo il rapido commento al primo video dell‘assemblea-report mensile dei portaVoce del moVimento 5 stelle Caltanissetta, è online, da qualche ora, anche il secondo video che potete vedere ed ascoltare cliccando qui. 

La seconda parte dell’assemblea-report è, purtroppo, molto meno pacata della prima e, proprio a causa dei tanti momenti di confusione, mi trovo costretto, a “riprenderla” per spiegare meglio alcune fasi e, come sempre, dare il mio personale punto di vista. Io non ho strumenti megagalattici per poter  far sentire la mia voce di “cittadino libero”, ho questo blog e nulla più, niente a che vedere con la forza mediatica di altri. Se a questo aggiungiamo che, nella registrazione con camera fissa, io non appaio ma e si sente solamente la mia voce, debbo colmare questo svantaggio (del tutto casuale) ma che, evidentemente, mette molto in secondo piano le mie parole e le mie conclusioni in vari passaggi del video.

Quindi, miei cari lettori, non solo mi sono “sciroppato” quasi cinque ore di assemblea dal vivo, ma l’ho dovuta pure rivedere tutta (!!!), quindi, almeno per questo “dovete” proseguire nella lettura.

Il primo intervento che, per quanto mi riguarda, giudico interessante è quello di Rino al minuto numero 20, secondo me da ascoltare e che, in grandissima parte, condivido. A seguire la portaVoce al Consiglio Comunale Alaimo fa notare la gravità di quanto fatto dal collega Magrì (il ritiro della delega della commissione Trasparenza) ma, non sarei onesto se non scrivessi che, pur condividendo la gravità politica di tale atto, Valeria deve, necessariamente, limare alcuni aspetti del suo carattere.

A seguire si sentono delle voci che si appellano all’assemblea ed al suo voto ma, mi pare evidente, che sono di qualcuno che non ha capito molto bene cosa è successo, nel meetup di Caltanissetta, lo scorso Giugno. Al momento, infatti, non esiste più l’assemblea sovrana e molti dei problemi che stanno incontrando i due portaVoce locali, sono propri dovuti a questa “folle” decisione.

Il mio intervento che, purtroppo, è solo audio (vedi posizione telecamera) è al minuto 40 dove, sostanzialmente, confermo di considerare gravissimo il comportamento nel ritiro della delega del Capogruppo Magri’, rimarco l’importanza del “Codice di comportamento eletti” (di cui leggo alcune parti non rispettate in questi primi mesi), faccio notare che siamo quasi totalmente assenti dal punto di vista mediatico in città, sottolineo il fatto che le mie valutazioni politiche sono sempre scisse da quelle personali e poi mi soffermo sul problema delle commissioni troppo frequenti (ogni giorno !) per essere tollerate ed “avallate” dai portaVoce locali del moVimento.  Concludo definendo tutto ciò in maniera colorita (amminchiamento da Palazzo) e ricordando che, come scrivevo prima, al momento i due portaVoce hanno una delega in bianco esattamente come tutti gli altri Consiglieri Comunali di Caltanissetta.

E’ passata da un bel pò la mezzanotte, parecchi sono, ovviamente, andati via (nel video un’ora e 56 minuti), quando si cominciano a prendere un paio di argomenti che, in base a quello che viene affermato da uno dei portaVoce, trovano, secondo me, tutte le conferme a quanto scritto in questi ultimi anni nel blog.

Prima si parla di assunzioni staff Ars e, a due ore esatte del secondo video, faccio la domanda (che pongo da due anni) sulla mancata pubblicazione online del materiale riguardante tutti i partecipanti (come promesso dagli stessi portaVoce); la risposta ascoltatela voi stessi.

Dopo alcuni minuti con discorsi già sentiti più volte e che, a mio avviso, poco hanno a che vedere con la richiesta di trasparenza promessa, si può ascoltare una “fantastica rivelazione” ma, finalmente, a due ore e 9 minuti, si scopre l’arcano e tutto è più chiaro: “le persone sono state assunte un pò per curriculum e un pò perchè ci piacevano le persone“. Finalmente ! e che ci voleva a dirlo prima ?

Continuando nella visione sentirete una voce non inquadrata ricordarmi che, a Ragusa fummo fischiati dai presenti. La baraonda di voci nasconde in parte quello che rispondo io, ovvero che è ovvio: se vai ad una convention di Forza Italia a dire quello che non va di Berlusconi ti applaudiranno ? (l’esempio è solo per spiegare meglio il concetto).

A partire dalle due ore e 17 minuti si parla, sempre per volere dello stesso portaVoce, della nomina di Alessi come Segretario Generale a Bagheria ed, in particolar modo, del mio articolo sull’argomento datato 17 Agosto 2014 (occhio alle date e poi capirete perchè). Alla fine del suo intervento il portaVoce mi chiede di “portare le prove per quello che ho scritto” altrimenti …. si, altrimenti procederà con una querela per diffamazione nei miei confronti. Ovviamente io ritengo quelle opinioni politiche personali che, in Italia, fino a quando c’è la Costituzione della Repubblica (che il moVimento difende strenuamente) si possono esprimere liberamente. Il portaVoce, per rafforzare la sua tesi, legge una parte del post ma non arriva fino alla fine dove c’è chiaramente scritto che “è un’ipotesi, una spiegazione o, se preferite, una ricostruzione di come possono essere andate le cose.” Che, ovviamente, sottolinea come la mia opinione è, appunto, mia e basta e non vedo estremi per procedere. Voi che dite ?

E’ quasi l’una di notte quando c’è l’intervento del “forcone di turno” (ma eravamo davvero rimasti in pochi) che chiede le teste mia e di Valeria e che, giudicate voi stessi, non fa proprio una bellissima figura. (due ore e 20 nel video)

Nell’ultimissima parte si prova anche a smentire la storia della zecca. Sempre lo stesso portavoce ci racconta la storia del Consigliere di Bagheria Giammanco che avrebbe minacciato il Sindaco Cinque facendo dei riferimenti ai suoi familiari. Questa storia, però, come faccio notare io nel finale del video, ricordavo risalisse a Giungo o Luglio ed, infatti, a fine riunione e, purtroppo, a telecamera ormai spenta, anche lo stesso portaVoce ammette che i fatti risalgono al 9 Luglio ma, ad onor del vero, lo stesso afferma di averne saputo parecchio dopo.

Si è affermato, quindi, che il “famoso post della zecca” non fosse diretto al sottoscritto ma, bensì, ai fatti legati al Consigliere Giammanco che, come potete constatare anche voi cliccando qui, risalgono ai primi di Luglio, mentre il post del portaVoce è datato 19 Agosto (due giorni dopo il mio articolo sulla nomina di Alessi a Bagheria !).

Ultimissima domanda, anch’essa posta in riunione e che potete ascoltare proprio in chiusura: “se la zecca è il Consigliere Giammanco (al di la del ritardo di due mesi sul pezzo), perchè non citarlo con nome e cognome ?” Anche in questo caso ascoltate voi stessi la risposta.

Post lungo e, di conseguenza, noioso, ne sono perfettamente consapevole; leggetevelo a più riprese ma non tralasciate nulla se volete avere la possibilità di un quadro più chiaro anche voi. Io, dopo l’altra sera, c’è l’ho, nonostante tutte le polemiche.

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

 

 

 

 

 

 

 

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*