SVISTE E RIVISTE

Senza ritardo, ma anzi siamo stati i primi, la lista dei candidati al Consiglio Comunale e di Assessori della futura Giunta Gumina è pronta. Giovedì scorso, infatti, c’è stata la presentazione ufficiale alla stampa locale. Coraggio e futuro le parole d’ordine e sarebbe veramente bello se Caltanissetta mi sorprendesse e ci desse la possibilità di metterci alla prova. In questo link potete rivedere l’incontro di Giovedì scorso dove, alla fine, scoprirete anche a che ora il futuro Sindaco presenterà i propri provvedimenti, grazie alle solerti domande di una giornalista che, secondo me, non ci voterà…

Qual’è la prima cosa che proporrei se venissi eletto in Consiglio? Non avrei dubbi: streaming in diretta di tutte le sedute del Consiglio e, soprattutto, delle sedute di Commissione. Le Commissioni consiliari sono molto importanti perchè è lì che si discutono nel dettaglio le proposte per la città. E’ importante, quasi fondamentale, che ci sia un “occhio” dei cittadini che possa controllare, in qualsiasi momento, se una riunione di Commissione è necessaria o meno e cosa si sta materialmente discutendo. Sono certo che il grado di produttività delle Commissioni consiliari aumenterebbe subito e che anche il numero di sedute si ridurrebbe a quelle veramente necessarie. Sarebbe una base di partenza importante, nell’interesse della città.

Intanto i candidati alla poltrona di primo cittadino erano otto ma, come saprete tutti, sono diventati sei, a causa dell’esclusione delle liste che appoggiavano il candidato Averna e la candidata Riggi, che era anche l’unica donna in corsa. Leggendo, tramite gli organi di stampa, le motivazioni ufficiali delle esclusioni credo che una domanda nasca spontaneamente: è tutto vero? Lasciando da parte i ritardi sul giorno e l’ora prevista, sinceramente mi sembra assurdo che si possano avere questo genere di sviste: “la dichiarazione di presentazione della lista senza le firme dei sottoscrittori, né di generalità dei medesimi, 376 sottoscrittori anziché 400, assenza di convergente dichiarazione di collegamento tra i delegati della lista e il candidato sindaco“, oppure “l’atto relativo alla dichiarazione di presentazione della lista non contiene le previste firme e le generalità dei sottoscrittori, l’assenza della dichiarazione di accettazione della candidatura alla carica di sindaco, l’assenza della dichiarazione di collegamento tra il candidato sindaco e la lista collegata e di quella reciproca che va resa dai delegati della lista“. Secondo voi è plausibile e logico che due liste possano dimenticare le documentazioni basilari? A me la cosa fa molto riflettere perchè non stiamo parlando di sviste, questo mi sembra fin troppo evidente. Non voglio insinuare nulla, ma solo il tempo ci dirà se si è trattato solo di operazioni mediatiche per “lanciarsi” su qualche futuro assessorato.

A proposito di sviste, o presunte tali, volevo chiudere il post parlando di Mimmo Lucano. Dopo gli arresti domiciliari, l’allontanamento da Riace e mesi di insulti, la Cassazione ha ordinato ai giudici di Reggio Calabria di valutare se protrarre o meno l’esilio di Mimmo Lucano in quanto non ha rilevato truffe, ruberie e nemmeno matrimoni di comodo, demolendo totalmente l’impianto accusatorio della procura di Locri. Siccome non ho ancora sentito scuse nei confronti del Sindaco di Riace, mi scuso io con lui in nome e per conto dei tanti che ora tacciono miseramente.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*