SLURP ?

Ieri sera ho visto finalmente lo spettacolo di Marco Travaglio su cui, in questi giorni, ho letto di tutto: che è un “venduto” al servizio di Grillo e Casaleggio, che non può fare “satira”, che il sindaco Ruvolo sta spendendo male i soldi e tanto altro. I nisseni non siamo mai contenti: se “non viene nessuno” il Sindaco (di turno) è un incapace, se invece uno dei più importanti giornalisti italiani (che piaccia o meno Travaglio lo è) viene nella nostra città a rappresentare uno spettacolo “satirico-informativo”, allora il Sindaco “sta buttando i soldi dalla finestra perchè da voce ad un cazzaro” o comunque ad un personaggio “non gradito”(!). Ovviamente Travaglio, così come ogni personaggio pubblico, non può piacere a tutti ma la risposta della città, col Teatro Margherita pieno in ogni ordine di posto, è stata chiara ed inequivocabile.

Lo spettacolo è risultato molto gradevole, divertente e ben fatto. L’unico appunto che mi sento di fare è sulla durata: tre ore risultano un po’ troppe. Se il tutto venisse ridotto a due orette sarebbe perfetto o quasi. Molto brava anche l’attrice Giorgia Salari che accompagna Travaglio sul palco, per cui posso affermare che sono stati soldi ben spesi. Come vi avevo anticipato nel post precedente, alla fine dello spettacolo ho provato ad avvicinare il direttore de ilFattoQuotidiano, per stringergli la mano, complimentarmi e magari scambiare due chiacchiere con lui. Insieme alla mia compagna, con circospezione, ci siamo avvicinati alla zona del teatro che porta ai camerini ma ci siamo accorti che non eravamo i soli a voler salutare Travaglio. Davanti alla suddetta porta, infatti, c’erano anche Azzurra e Giancarlo Cancelleri, i due deputati nisseni del M5S che, con altrettanta accortezza, stavano dicendo al personale del teatro che avevano sentito telefonicamente il giornalista torinese e che questi sapeva che li avrebbe raggiunti. Dentro loro e dentro anche noi. Con piacere raggiungiamo Travaglio, che parlava con due persone, e subito dopo riusciamo a salutarlo, a scambiare due chiacchiere ed a fare anche la foto. Nonostante l’evidente stanchezza il giornalista è stato gentile e disponibile ma ad un certo punto mi sono chiesto: che fine hanno fatto i deputati “cinquestelle” ? Erano alcuni metri più in la a godersi la scena in attesa che Travaglio li raggiungesse (!!!).

Il nostro era un canonico saluto post spettacolo ma mi sa tanto che per loro non era la stessa cosa. Mentre stavamo per andare via sono arrivati alcuni giornalisti locali di RadioCl1, SeguoNews ed il FattoNisseno che ovviamente avranno visto, anche loro, la deputazione nissena di Grillo in attesa di un “incontro” col giornalista. Facendo un giro veloce sulle loro pagine web, pero’, non ho trovato articoli dedicati all’evento ma, se ce ne saranno, sono sicuro che non mancheranno di sottolineare la cosa (?!).

Sono il primo a pensare che Travaglio non sia “la voce” del M5S (anche se appare un “simpatizzante”) ma sarei anche il primo a fare mea culpa se qualcosa mi dimostrasse il contrario. Sicuramente il fatto che Travaglio, alla fine del suo spettacolo, accolga (previa telefonata) due deputati del M5S e li incontri privatamente, dietro le quinte ed aspettando che “gli altri” se ne vadano, non mi ha fatto una bella impressione(!!!!). Non fraintendetemi: non mi aspetto alcun cenno di “trasparenza e verità” dai deputati del M5S (li conosco fin troppo bene), ma la mia delusione, casomai, è nei confronti di Travaglio. Non per voler per forza pensar male, ma che motivo hanno due deputati di chiudersi in una stanza col direttore di un giornale ? Di cosa hanno parlato ? Travaglio fa così in ogni tappa del suo spettacolo ? A Napoli incontra Fico, a Roma Di Battista ed a Caltanissetta i Cancelleri ? E perchè mai ?

La risposta la vorrei da Travaglio quindi presumo che, con tutto quello che ha da fare, non troverà certamente il tempo di leggermi e di rispondermi. Sicuramente le mie non sono domande tendenziose ma di semplice curiosità. Stavolta non mi si puo’ accusare di “antigrillismo” perchè se queste domande rimarranno senza risposta o, peggio ancora, troveranno altre conferme, dovrò rivedere alcuni concetti espressi in passato.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*