RICORDI ?

Facendo il solito giro mattutino sui vari quotidiani online, la mia attenzione è caduta su questo articolo, dove il fratello del Sindaco di Caltanissetta, nella qualità di Presidente di una cooperativa, annuncia che, da lunedì, chiuderà il “Centro Alzheimer”. La chiusura, si legge, avviene perchè “il contratto che la cooperativa ha stipulato col Comune di Caltanissetta si è concluso in data 31.12.2014 e non è stata data alcuna comunicazione di continuità del servizio.” …. (!!!) … e poi ancora “in attesa di nuove comunicazioni da parte degli organismi istituzionali preposti, le attività di stimolazione e riabilitazione cognitiva agli oltre 30 malati di Alzheimer saranno sospese a tempo indeterminato. (!!!). Premetto che non ho seguito approfonditamente la vicenda, ma che ricordo qualche altro articolo, che ho visto passare al volo, con l’amministrazione Ruvolo che si complimenta per il lavoro del centro ed un altro, più recente, con festeggiamenti ed auguri di buone feste. In entrambi i casi non ho letto di pericoli di chiusura del centro, eppure, nel secondo articolo, si era in prossimità della scadenza del contratto… lo avranno dimenticato ?

Qualche giorno fa, gironzolando su facebook, ho visto questo post sulla bacheca di un amico e, sul momento, sono rimasto pietrificato. Si tratterebbe di una e-mail inviata a tutti i meetup dove i deputati regionali del M5S (ancora non tutti in regola con le rendicontazioni) annunciano lo stop del versamento delle loro eccedenze nel fondo per il “Microcredito” che definiscono un “obiettivo raggiunto” (????) e decidono (in proprio e senza alcuna consultazione online) di spostare i loro versamenti verso un “progetto per il territorio” che, sicuramente, verrà spiegato ai pochi fortunati invitati ma che, così come viene presentato, lascia più di un dubbio: sia procedurale (partecipazione dal basso nelle decisioni ?), sia per quelli che possono essere gli obiettivi. Di fatto, ma non lo ammetteranno mai, il “Microcredito” è stato un fallimento ed ora si prova a recuperare con quest’altra “trovata” grottesca. Se si considera anche che, nel corpo della e-mail, si chiedeva di non diffonderne il contenuto, il “vecchio” M5S si può considerare, ormai, uno sbiadito ricordo.

Volevo, invece, segnalarvi la lettura di queste riflessioni fatte da un vecchio (inteso come storico), attivista del M5S della provincia di Palermo. Vengono toccati quattro punti nodali dove, purtroppo, il M5S,  sulla base di quello che era il proprio progetto, ha fallito: Alleanze, democrazia diretta e trasparenza, libertà di opinione e “liquidità”. In tutti e quattro i punti, fondamentali, il fallimento è evidente ed è sotto gli occhi di tutti, da dentro e da fuori il M5S. Chi non lo vede e vuole continuare a “raccontarsela”, faccia pure. A me restano solo bei ricordi.

Concludo con un argomento totalmente fuori tema ma che, come spesso capita, se mi sento di scrivere, devo scrivere. Di solito non parlo delle “scomparse celebri” ma per quella di Pino Daniele ho provato un forte dispiacere, molto simile a quello provato in occasione della morte di un altro grandissimo ed immenso artista: Massimo Troisi. I due erano amici e, forse anche per questo, amando molto la musica di Pino ed adorando, letteralmente, i films di Massimo, li sentivo come “miei amici”. Ascolto spesso i meravigliosi brani di Pino Daniele, tutti diversi l’uno dall’altro ma tutti straordinariamente originali e mi ritrovo molto in diversi personaggi cinematografici di Troisi, oltre ad apprezzarne la strepitosa satira e le ineguagliabili battute. Ora, purtroppo, sono entrambi nei ricordi.

 

APPELLO PERMANENTE: lo scorso 7 Novembre 2014 il deputato regionale all’Ars Giancarlo Cancelleri,portaVoce del moVimento 5 stelle, ha preannunciato un comunicato stampa in merito alla mia espulsione dal meetup nisseno.  Un mese dopo, il 7 Dicembre 2014, anche il Consigliere Comunale Giovanni Magrì ha fatto la stessa promessa. Ad oggi non ve ne è traccia. 

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

 

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*