NON CI VOGLIO CREDERE

Caltanissetta

Giusto iniziare ringraziando Danilo e Alessio che, a titolo personale sì, ma anche come organizzatori del “Cordova Village 2014”, hanno risposto all’ultimo dei miei perchè del post precedente., commentando lo stesso. Almeno loro hanno risposto. Mi premeva solo precisare che mi sono (e ci sono) note le difficoltà a cui si va incontro quando si cerca di organizzare qualcosa in città; mi spiace, sul serio, che qualcuno ci abbia rimesso dei soldi e che la cosa non sia andata in porto. Preciso che non ho chiesto “spiegazioni” ma “motivazioni”, che sono un’altra cosa, considerato il tam tam su facebook (a cui ho partecipato con piacere) che tutto mi sembrava fuorchè un “giravoce”. Ma non voglio fare polemiche sterili, se no poi c’è chi “cambia canale”.  Per gli altri perchè, invece, ad oggi, nessuna risposta.

Ieri la pagina facebook del blog ha superato quota 900 “like” che, per uno che fa di tutto per non farsi amare, sono certamente un buon traguardo. Sempre ieri, si è riunito il meetup di Caltanissetta insieme ai due portaVoce in Consiglio  Comunale. Questi incontri, che potete conoscere, in tempo per parteciparvi, iscrivendovi al meetup nisseno, servono per seguire il lavoro svolto e parlare del lavoro da svolgere; siamo ad Agosto ma mi auguro che, trascorso il periodo vacanziero, si torni ad essere in tanti.

Proprio sulla pagina avevo annunciato, ieri, una notizia “non bella”, visto che le brutte notizie, in questo periodo, sono altre. Da voci di corridoio, sempre più insistenti, pare che, a Bagheria, il neo Sindaco Patrizio Cinque si stia orientando, per la scelta del Segretario Generale, verso la persona di Eugenio Alessi, ex Segretario del nostro Comune, appena rimosso da Ruvolo.

Mi sono premurato di scrivere, ieri sera stesso, una e-mail privata al Sindaco tramite il contatto facebook:  “Ciao Patrizio. Intanto ancora complimenti x l’affermazione, non so se e quando leggi i msg su fb, ma stasera ho saputo che hai preso, come segretario generale , Alessi di CL. Ma chi te lo ha consigliato ? hai sentito qualcuno di qua ? è un disastro ! in 5 anni qua ha combinato di tutto ed ha fatto la guerra, a fianco dei partiti nisseni, alle sn telecamere….. sono sconvolto. Ciao”. Non ho problemi a pubblicarne il testo perchè l’ho scritta così, di getto, non appena ho avuto il sentore che le voci fossero molto fondate. Mi auguro che non sia così e che la scelta cada su qualcun altro e, sinceramente, spero “non sia troppo tardi” visto che sarebbe il caso, in occasioni come queste, che si contattasse il meetup del posto per avere informazioni dettagliate.

Il primo incontro del moVimento nisseno col Consiglio Comunale e, quindi, col Dott. Alessi, risale, addirittura, al Dicembre del 2008. Non ero io a guidare la “troupe” di “Fiato sul Collo”, ma qualcun’altro ma, a fianco del Presidente del Consiglio, c’era già Alessi che, anche con la Giunta Messana, era Segretario Generale. Opposizione del Presidente, avallato dal “notaio” Alessi, alla telecamera del moVimento. Secondo tentativo nel Gennaio del 2011, tentata opposizione alla telecamera ma, stavolta, regolamento alla mano, abbiamo sbugiardato il Presidente del periodo ma, soprattutto, il “garante” del regolamento in aula, ovvero sempre il solito Alessi. Da allora riprese no-stop per oltre due anni. Nel Novembre del 2012, poi, c’è anche un incontro tra tre attivisti del moVimento (tra cui io che filmo) e lo stesso Segretario, oggetto il “caso Coppolino”, comandande del Vigili Urbani di Caltanissetta nominato in maniera illegittima (tant’è che lo stesso Alessi lo ha, poi, dovuto rimuovere), la cui scelta veniva, in principio, difesa e spacciata come regolare. Poi, nel Marzo del 2013 (e dopo aver ricevuto le sue rassicurazioni in privato), il Segretario Alessi avalla la proposta del Consiglio e, nonostante non fosse intervenuto nessun nuovo regolamento, permette che la nostra telecamera venga spenta definitivamente. Non parliamo, poi, di tutte le volte che, a causa di una domanda o di un appunto di un Consigliere, il Segretario Alessi è entrato nel panico attaccandosi al telefono e cercando di rinviare la risposta, il che dimostra, oltre a tutto il resto riportato in precedenza, che non è esattamente la persona adatta ad una Giunta a 5 Stelle (!!).

 

 

 

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*