NON CAPITA SPESSO

Non capita spesso che un Segretario Generale, figura “di fiducia” del Sindaco, abbandoni l’incarico conferitogli per “fine del rapporto di fiducia” (??). Agli articoli di stampa locale che hanno ipotizzato il prossimo addio ha risposto il Sindaco che, con un comunicato, non smentisce e non conferma, ma sembra solamente prendere tempo su qualcosa che, comunque, avverrà. Capita molto raramente proprio perchè la figura del Segretario Generale è scelta dal primo cittadino e non è certamente un bel segnale per una giunta accusata, da più parti, di allarmante immobilismo

Non capita spesso di vedere un popolo insultato per anni da una forza politica e poi scoprire qualcuno, appartenente a tale popolo, che la inneggia e la promuove. A Caltanissetta accade anche questo. La “Lega dei popoli” (nome mascherato della Lega nord) ha infatti nominato il proprio “commissario cittadino” e non basta che siano tanti i nisseni che hanno apprezzato la cosa, ma si è creata anche la fila dei partiti per congratularsi col nominato: da “Fdi” a “Forza Italia”, passando per “Caltanissetta Protagonista”, hanno tutti auspicato una futura alleanza di “centro-destra” e quindi Caltanissetta potrebbe avere, in futuro, il suo bel sindaco leghista.

Non capita spesso, anzi proprio mai, che la Juventus si lamenti subendo un torto arbitrale (reale e non presunto). E’ normale che una grande squadra si comporti così ed è altrettanto normale che le “piccole” si lamentino spesso per le decisioni degli arbitri. L’arbitro Rizzoli, che ha arbitrato Juve-Inter di domenica sera, è lo stesso Rizzoli che nella partita Milan-Juve di campionato ha prima convalidato e poi annullato un gol (sarebbe stato lo 0 a 1) di Pjanic risultato poi, alla prova di tutte le moviole, assolutamente regolare. Non ricordo proteste esagerate e nemmeno “code velenose”, così come non ne ricordo in occasione di un clamoroso fallo da rigore su Marchisio in un recente Inter-Juve (arbitrata sempre dallo “juventino” Rizzoli) di cui pochi parlarono anche perchè la Juve vinse, ma questo non significa nulla. Provare a spiegare ad un interista che Chiellini è in vantaggio su Icardi e che la scivolata di Mario Mandžukić è nettamente sulla palla (tant’è che Icardi chiede il calcio d’angolo e non il rigore) è praticamente impossibile, dovrei imparare il cinese.

Non capita spesso di vedere una sindaca indagata su più fronti, che si è circondata di gente a sua volta indagata o arrestata, che non ne ha indovinata una da quando è stata eletta, che dimostra un’evidente inadeguatezza al ruolo per cui è stata eletta ma a cui non vengono chieste dimissioni immediate. Sto parlando di miss Virginia Raggi che, a parte il gradevole aspetto fisico (che però aveva anche Rutelli), governa Roma da mesi senza riuscire a combinare niente. Il partito di Grillo viene dato dai sondaggi ben oltre il 35% e se si pensa che Roma doveva essere il banco di prova per un futuro governo nazionale, capiamo bene che il nostro Paese è veramente sull’orlo del precipizio.

Non capita spesso di avere la prova provata, quella definitiva e senza appello su qualcosa che pensi da tanto tempo e che trova sempre delle strane giustificazioni in coloro i quali hanno un’opinione opposta. Quando ci troveremo a dover commentare l’ennesimo attentato terroristico, a prescindere da dove avverrà, ricordiamoci che tutto ha un senso e che niente avviene per caso. Quando il solito “pazzo palestinese esaltato islamista” si farà saltare in aria in mezzo ad una folla di inerme, non servirà farsi le solite ed inutili domande, sarà sufficiente guardarci indietro e, senza andare tanto lontano nel tempo, trovare l’arroganza, la prevaricazione ed il “fascismo” di Israele. E’ stato approvato un provvedimento che regolarizza 4.000 (quattromila) alloggi in Cisgiordania e con effetto retroattivo. I palestinesi proprietari dei terreni verranno espropriati ed indennizzati. Voi che fareste se qualcuno costruisse un alloggio abusivo nel vostro terreno e poi chiedesse al proprio governo di regolarizzarlo e di cacciarvi fuori a calci in culo? No, non lo voglio sapere.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*