LIBERO ARBITRIO

Chi mi conosce bene, spesso stenta a crederci, ma io ho trascorso infanzia, adolescenza e prima fase da adulto tra preti e chiese e credo che questa sia la ragione fondamentale per cui non sono venuto su cattolico.

Quattro anni di catechismo (una volta alla settimana) per fare comunione e cresima con annessa messa domenicale obbligatoria. Poi adolescenza tra i salesiani e prima fase da adulto, per ragioni di cuore (non cardiache), presso un’altra parrocchia della città. Direte voi “e chi se ne fotte ?”. Lo so ed avete anche ragione,  ma la premessa era dovuta perchè, in tutti questi anni di frequentazioni ecclesiastiche, ho sempre avuto, fin da bambino, tanta curiosità ed, infatti, ho sempre intrattenuto un fitto dialogo ed un aperto confronto col sacerdote di turno.

Ne ho incrociati di buoni e di meno buoni, di intelligenti e di ignoranti, di credenti e non (eh si !), ma tutti, al culmine delle varie discussioni e dei vari ragionamenti più o meno logici, sono arrivati ad un paio di conclusioni che mi hanno sempre lasciato molto perplesso: la prima è che bisogna credere in dio … per fede; la seconda, di fronte alle quotidiane nefandezze commesse dagli uomini in ogni angolo del mondo, è che dio ci lascia libera scelta e libero arbitrio nel nostro agire.

La fede è qualcosa di troppo astratto per gli uomini e, secondo me, chi dice di averla se ne è solo convinto o, nel caso dei preti, lo dice per convincere gli altri. Credere, a prescindere, a tutto quello che è scritto in un libro antico e di cui non si conoscono gli autori della metà delle pagine (che sia Corano o Bibbia cambia poco), credo che non sia una grande dimostrazione di arguzia, specie se si “ignorano” le spiegazioni scientifiche sulla formazione dell’universo e della terra.

Il presunto libero arbitrio che dio ci concede, però, ci sta portando ad una rapida fine e, paradossalmente, le peggiori guerre ed atrocità che avvengono hanno proprio ragioni religiose. Mi riferisco a quanto sta avvenendo, da sei giorni, nella “striscia di Gaza” dove, con cadenza quasi regolare, lo stato di Israele bombarda ed uccide un popolo inerme ed invaso da una sessantina d’anni.

Io non sono razzista ed, anzi, odio ogni forma di razzismo e di antisemitismo ma sono abituato ad analizzare le cose cercando di non farmi influenzare da alcun fattore esterno. Proprio per questo mi sono chiesto perchè, praticamente da sempre, gli ebrei, in tutto il mondo, sono sempre stati scacciati o perseguitati. Per quale ragione un popolo, unito da un credo religioso, viene osteggiato dai più e, tra l’altro, in ogni epoca storica ? evidentemente ci sono delle ragioni ben precise.

Ora sono loro a perseguitare ed a compiere genocidi nei confronti di altri popoli e dio, ovviamente, non interviene, ma c’è stata una volta in cui anche il soprannaturale ha fatto un’eccezione: sì perchè se esiste il libero arbitrio per giustificare anche i crimini contro l’umanità, questo dovrebbe valere sempre e comunque, ed invece…

Ed invece, racconta la bibbia, Mosè ed il suo popolo si ritrovarono ormai spacciati con gli egiziani alle costole ed, in quella occasione, il libero arbitrio fu sospeso: dio apri il mare, fece passare il popolo ebraico e, non contento, aspettò l’arrivo dei soldati egizi per ripristinare il tutto ed annegare, così, l’esercito del faraone. Al di la del fatto che, quindi, il libero arbitrio, cihissà perchè, in questa circostanza non è valso, perchè uccidere i soldati egiziani ? erano figli di dio … del primo matrimonio ? (!!).

Non vi parlo delle “dieci piaghe” che dio avrebbe mandato all’Egitto, sempre in difesa del popolo ebraico… altro che Merkel ! chissà se dio abbia mai riflettuto su quel suo intervento ? se non avesse salvato Mosè ed i suoi in quella circostanza, probabilmente anche suo figlio avrebbe avuto un destino diverso ma, si sa, c’è il libero arbitrio.

Dopo giorni di bombardamenti aerei senza sosta, stanotte sono iniziate anche le prime incursioni via terra dell’esercito Israeliano che, dalle prime notizie, pare abbia attaccato da una spiaggia di Gaza.

Una spiaggia sì, ancora una volta c’è di mezzo il mare ed ora che, oltre ai vili bombardamenti, si sta aggiungendo anche l’invasione vera e propria, dio ha l’occasione per riequilibrare le cose sospendendo, una seconda ed ultima volta, il libero arbitrio. 

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

 

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*