L’APPARENZA INGANNA

In città, ora, non si parla altro che del ballottaggio che, il prossimo 8 Giugno, si svolgerà tra Giovanni Ruvolo e Michele Giarratana. Sono contento, a posteriori, di non trovarmi nella situazione dell’amico Galla’ che, in caso di vittoria di Giarratana, si ritroverebbe all’interno di Palazzo del Carmine come Consigliere Comunale. Mi sarei ritrovato a dover “tifare” per qualcuno, cosa che non intendo fare in alcun modo, in quando non credo proprio che esprimerò la mia personale preferenza personale. Da una parte un “ex-civico” che, ora, è fortemente supportato da partiti che, negli anni, hanno contribuito al non fare e che hanno portato la città al punto in cui è. A tal proposito girano voci sempre più insistenti, in ambienti Pd e Udc, che, qualora Ruvolo diventasse sindaco della città,  i due partiti chiederebbero, immediatamente, di rivedere la squadra degli assessori già annunciata (!). Dall’altra uno “sceriffo” con poche idee ed anche confuse che, inevitabilmente, sta attirando verso di se gli “interessi” dei leader locali del centrodestra (!!).

Una cosa certamente positiva di questa tornata elettorale, oltre all’ingresso, a Palazzo del Carmine, di due nostri portaVoce, è il buon rinnovamento di facce che, se per via dei partiti non corrisponde ad un reale rinnovamento politico, almeno ci da la possibilità di vedere all’opera persone diverse dalle solite. Non rivedremo gli ex Consiglieri Rizza, Dierna, Territo, Lo Valvo, Campisi e Middione dell’Udc; Lo Vetere di “Caltanissetta Protagonista”; Zummo e Turco del Pd; Falzone e Firrone dell’Ncd. Noi di “Fiato sul Collo” ci auguriamo, senza ironia, di rivederli tutti tra il pubblico e con la videocamera (come ci hanno più volte promesso in questi anni) e, possono stare più che tranquilli, i nostri due portaVoce difenderanno il loro diritto di cittadini di videoregistrare un’assemblea pubblica.

Girano voci, in città, su un gran numero di voti nulli. Si parla di circa 10.000 schede (!) ed anche qualche quotidiano online sta iniziando ad occuparsi della questione. Ho approfondito la cosa e sono andato sul sito ufficiale della Prefettura di Caltanissetta dove, in realtà, non esiste alcun allarme schede nulla in quanto, come potete facilmente constatare, le schede nulle e bianche ammontano ad appena 1.633, un numero che è assolutamente nella norma. Perchè questo “allarme” ?

Sul voto nazionale per le elezioni europee, di cui mi  è stata richiesta un’analisi, mi ero, in parte, espresso già nel post precedente e, tra l’altro, prima di me, qualcun’altro aveva analizzato i freddi numeri. Vengono paragonati i dati delle politiche (affluenza 75 %) coi dati delle europee (affluenza 58%) e si asserisce che il moViment ha perso tre milioni di voti. In realtà, facendo un calcolo “in proporzione” con l’affluenza (com’è logico che sia), si sono persi meno di un milione di voti. Non è certamente un dato positivo, ma è anche un terzo rispetto a quello che gli eminenti commentatori, televisivi e non, sostengono in questi giorni. Ieri, per esempio, ho trovato fuori luogo e dannosa la dichiarazione del nostro parlamentare Currò che chiedeva a Grillo di “farsi da parte” a causa del mancato successo alle europee. In un momento così importante e delicato per noi, Curro’, non nuovo ad uscite di questo genere, dovrebbe cercare di proteggere, difendere e tutelare il moVimento di cui è semplice portaVoce e non aggiungere benzina la fuoco, visto che, per questo, c’è già la fila.

Sempre ieri sono stato “citato” (chiamato in causa) in un commento ad una discussione di facebook (e mi è arrivato pure qualche sms), dove mi veniva chiesta un’opinione sulla possibile alleanza al Parlamento Europeo tra il moVimento ed l’Ukip inglese, partito euro-scettico. Premesso che mi pare di capire che, per avere un minimo di voce in capitolo a causa di un numero insufficiente di parlamentari e per creare un gruppo autonomo in Parlamento, è assolutamente necessario trovare l’intesa con qualcuno. Per il resto considero ovvio che, al di la dei contatti e dei “sondaggi” che lo stesso Grillo sta facendo, sarà necessario passare dalla votazione in rete prima di prendere ogni decisione definitiva come, tra l’altro, ha già fatto notare, giustamente, qualche nostro parlamentare. Mi sono documentato su Farage, che non conoscevo, e la penso come la neo eletta Aiuto: non vedo così tanti punti in comune col moVimento e sono fiducioso sul fatto che un’eventuale alleanza dovrà essere votata online.

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

 

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*