INUTILI PERIPEZIE

Il Consigliere Comunale del M5S Caltanissetta Giovanni Magrì ha rilasciato questa intervista per spiegare le ragioni del suo voto in merito all’elezione del nuovo presidente della settima commissione consiliare. Magrì ci spiega che l’opposizione in Consiglio è totalmente spaccata e che, a suo dire, parte di essa si muove in modo tale da fare “la stampella della maggioranza”.

Premetto che, ultimamente, un po’ per impegni personali ed un po’ perchè sono abbastanza stanco di seguire le inutili peripezie della politica locale, non sono addentro come una volta ai quotidiani avvenimenti di Palazzo del Carmine e seguendo il tutto “da lontano” può anche darsi che l’idea che mi sono fatto possa essere sbagliata. Proprio per questo volevo limitarmi a commentare l’essenziale: il Consigliere del M5S dice di aver diviso il suo voto (???) ma di fatto ha votato per il Consigliere Favata e, personalmente, ho i brividi solo a leggerlo. Da ex militante del partito di Grillo, infatti, ricordo che il suddetto Consigliere era, almeno all’epoca, tra i più accaniti oppositori del M5S nisseno e della sua telecamera. Ascoltare un “grillino” che, oggi, rivendica il suo voto per il Consigliere Favata, politico nisseno di lunghissimo corso, o di Adornetto (Forza Italia !?!?) è semplicemente agghiacciante.

Magrì parla, con nonchalance, di “filone Forza Italia” come del “filone buono” e ribadisce, più volte, le spaccature nella maggioranza. A mio modesto parere un “grillino”, in Consiglio Comunale, dovrebbe essere “spaccato” da tutti visto che si ritrova all’opposizione insieme agli ex sostenitori del Sindaco Campisi; la confusione politica di cui lo stesso parla credo sia la sua o, comunque, di coloro i quali a cui fa da portavoce.

Sarà anche per queste nuove “alleanze” in Consiglio che il M5S nisseno non parla più di diretta streaming e non ne fa più nemmeno un lontano riferimento ? Sì perchè i due “preferiti” di Magrì sono due Consiglieri presenti anche negli anni precedenti a Ruvolo e sull’argomento erano particolarmente “sensibili”, ovviamente in senso negativo. Eppure per Magrì, e quindi per i “cinquestelle” nisseni, erano da votare come presidente di commissione ed, in barba alla recentissima storia dello stesso meetup nisseno, pare siano diventati dei fedeli alleati nella “parte buona” dell’opposizione (!!). A Caltanissetta i “grillini” non parlano e non chiedono più la trasparenza tramite lo “streaming” delle sedute mentre a Santa Caterina Villarmosa, evidentemente, sono “rimasti indietro” ma tanto, anche le loro, diverranno inutili peripezie non appena metteranno piede in Consiglio Comunale.

Sono state inutili anche le peripezie dei sanitari del 118 di Caltanissetta che, l’altro ieri, sono stati chiamati per soccorrere un uomo colto da malore e che, incredibile ma vero, sono stati aggrediti e gli è stato addirittura sfondato un vetro laterale dell’ambulanza con una bombola del gas (!!), roba da back block ! Io capisco l’apprensione e lo sconforto di persone che hanno un familiare in gravi condizioni, ma aggredire dei soccorritori e danneggiare l’ambulanza è un gesto assolutamente ingiustificabile (oltre che inutile) che non può e non deve rimanere impunito. Non so perchè ma, non appena ho visto la notizia, ho subito immaginato cosa avrei letto se un simile episodio fosse avvenuto in centro storico con protagonisti un gruppo di extracomunitari: mi sono venuti davanti i titoli ed i commenti ed anche stavolta trovare argomenti convincenti per far capire che certe cose le fanno anche i nisseni sarebbe stata un’inutile peripezia.

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*