IL MINIMO SINDACALE

Ieri mi è arrivala la “bolletta” dell’acqua relativa al periodo che va da metà Luglio a metà Ottobre: euro 56.99. Appena ho aperto la busta, ma già qualche minuto prima, mi sono passate, velocemente, in  mente, sia la nostra lunga e faticosa battaglie sul referendum di qualche anno fa, sia le più recenti parole, nell’ultima campagna elettorale, del Sindaco Ruvolo. Nel programma elettorale di quest’ultimo, all’interno del paragrafo dedicato ad acqua e rifiuti, leggo “La Gestione dell’Acqua dovrà tornare ad essere pubblica con tariffa controllata per assicurare ad ogni cittadino il  soddisfacimento dei bisogni minimi. Il piano tariffario non dovrà prevedere remunerazioni aggiuntive tali da rendere gravoso il costo finale. Saranno adottate tariffe di scopo rivolte alle fasce sociali più deboli ad iniziativa diretta dall’amministrazione comunale.”  Eppure c’è voluto un appello dei sindacati locali affinchè il primo cittadini si mettesse in moto. Ma questo è il minimo sindacale.

Oggi è giornata di appuntamenti elettorali abbastanza importanti per tastare, al di la dei sondaggi, il polso agli elettori italiani: innanzitutto, a mio avviso, è importante verificare il dato relativo all’astensionismo che, lo ricordo, ormai si appresta a superare il 50 % degli aventi diritto (!!) e poi, ovviamente, la crescita o il calo di questo o quel partito. Le elezioni regionali hanno una consistente “valenza politica” ed, anche se la consultazione riguarda due sole regioni, il momento “politico-storico” è talmente delicato che le ricadute sul governo sono sempre dietro l’angolo.

Ieri mattina, come avrete certamente già visto dal post sulla pagina facebook del blog, ho incontrato un gruppo di nisseni: amici, estimatori del M5S e qualche ex attivista. Un incontro “privato” che non ho pubblicizzato volutamente poichè ci tenevo a ringraziare, uno per uno, tutte queste persone che, nelle ultime due settimane, mi hanno dimostrato la loro vicinanza e, quello che più conta, non hanno condiviso il “metodo” utilizzato dal meetup di Caltanissetta nei miei confronti. E’ stata veramente una bella mattinata dove ho voluto precisare che non è mia intenzione creare (ne aderire a) ulteriori meetup e poi è stato veramente molto interessante ascoltare alcuni interventi sull’accaduto. E’ stata l’occasione per lanciare un’idea, suggeritami nei giorni scorsi da uno dei presenti all’incontro, di una raccolta di firme per sottoscrivere una lettera aperta che pone due semplicissime (e garbatissime) domande ai quattro portaVoce eletti di Caltanisseta del M5S :

1) perchè è stata discussa la mia espulsione dal moVimento senza che fosse oggetto dell’ordine del giorno ?

2) quali sono le motivazioni della mia espulsione dal moVimento ?

E’, per così dire, il “minimo sindacale” che possa riguardare un moVimento politico da sempre indissolubilmente legato ai fondamenti costituzionali del nostro Paese, alla trasparenza ed al rispetto del cittadino. A chi mi chiede, quindi, “qual’è il mio obietivo ?”, rispondo che non ho obiettivi a lungo termine e che mi sto limitando semplicemente a chiedere il perchè di un atto palesemente ingiusto nel metodo oltre che nel merito. Chi vuole sottoscrivere la lettera può contattarmi e ni vidimu*. (vedi sezione CONTATTAMI del blog)

Poco prima dell’inizio dell’incontro di ieri mi è toccato mettere alla porta due “non invitati”: due “grillinisseni”, infatti, si sono presentati (senza maschera !) per assistere all’incontro. Ovviamente ho “dovuto” comunicargli che l’incontro era “ad inviti” (fatti direttamente dal sottoscritto) e, quindi, che potevano ritornare da dove erano venuti. Com’è giusto che sia, quindi, ho dato le spiegazioni del perchè li stessi “cacciando”: è il minimo sindacale della buona educazione.

P.S. Non avendo ricevuto, ad oggi, alcuna risposta in merito alla mia proposta di partecipazione alla prossima assemblea mensile del moVimento 5 stelle Caltanissetta (vedi comunicato stampa del 6 Novembre 2014), ritengo scaduto il tempo di preavviso. Ovviamente rimango disponibile per un’ulteriore data con almeno 15 giorni di preavviso e con la presenza della telecamera per registrare e pubblicare su YouTube l’eventuale assemblea. 

* ci vediamo

 

APPELLO PERMANENTE: dal 20 Settembre 2014 si è in attesa di poter leggere, online, le relazioni per le remissione del mandato di due portaVoce elette all’Ars col moVimento 5 stelle da cui, a seguire, partirebbe l’iter per le votazioni online. Ancora nessuna notizia in merito: per sollecitare potete scrivere sulla pagina ufficiale o inviare una e-mail a info@sicilia5stelle.it. Manterrò questo appello, al termine di ogni post, finchè non si avranno notizie.

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*