I CUORI E LE TESTE

Caltanissetta

E’ probabile, purtroppo, che nel post precedente io sia stato poco bravo ad esprimermi poichè, da più parti, è arrivata la domanda “ma cosa ha fatto Alessi ?”. Tutti i post di questo blog hanno delle parole, o delle frasi, di colore di rosso; ebbene, cliccando su queste parti in rosso, si aprono dei link che approfondiscono e specificano meglio quello di cui si sta parlando. Mi è toccato spiegare, in giro per facebook, quali erano le ragioni dell’incongruenza tra Alessi ed il moVimento, ma c’è stato anche chi ha colto subito il senso di tutto.

A rischio di essere ripetitivo, eccovi un veloce riepilogo:

– Dicembre 2008 : il Consiglio Comunale di Caltanissetta (Giunta di centrosinistra) vieta le riprese delle sedute, ovviamente con l’avallo regolamentare del Segretario Alessi, anche se non esiste nulla che lo vieti (qui il video);

– Gennaio 2011: Il Consiglio Comunale di Caltanissetta (Giunta di centrodestra) tenta di vietare le riprese delle sedute, ovviamente anche stavolta con l’avallo del Segretario Alessi ma, siccome non è vietato (come tre anni prima), il tentativo di censura fallisce (qui il video) e da quel giorno, effettuiamo le riprese per ben due anni (è tutto su questo canale YouTube:

– Novembre 2012: il Sindaco nomina il Comandante dei Vigili Urbani in maniera illegittima, noi contestiamo pubblicamente la nomina ed andiamo di  persona a parlare con Alessi, spiegandogli perchè la nomina va annullata (qui il video); circa due mesi dopo avviene un secondo incontro, più approfondito, dove il Segretario ci vieta le riprese.

– Marzo 2013: il Consiglio Comunale, sempre con l’avallo di Alessi, ci impone, di forza e senza che fosse intervenuto alcun nuovo regolamento, di interrompere le riprese del Consiglio Comunale (qui il video);

– Luglio 2013: di fronte all’evidenza, grazie alle pressioni del moVimento nisseno e della Commissione Trasparenza del Consiglio Comunale, Alessi è costretto a tornare sui propri passi ed a rimuovere il Comandante della Polizia Municipale (qui il documento dell’epoca);

Per qualcuno saranno fatti di scarsa rilevanza politica, per altri, invece, sono fatti gravi che dimostrano che i dubbi sulla nomina di Alessi in un Comune a 5 stelle sono fondati ma, anche qui, chiariamo: dubbi di natura politica e non giudiziaria.

Essendo un “vecchio e romantico” cinquestelle della prima ora, (ma anche dell’ultima) ecco che mi aspetto che il cammino verso la trasparenza della politica e la partecipazione dal basso, prosegua incessantemente e senza intoppi e questo, a mio modo di vedere, è stato un grosso intoppo.

A chiusura di questo post avrei voluto dire la mia, in maniera approfondita, sul pezzo di Di Battista che, in queste ore, sta provocando reazioni di ogni genere nel mondo politico. Poi ho visto e letto il post odierno del blog di Grillo (a firma Aldo Giannuli) ed ho notato che c’era scritto, ovviamente meglio ed in modo più approfondito, quello che era il mio pensiero e che vi avrei riportato qui. Consiglio, quindi, di leggerlo.

Se mi aspetto delle risposte alle mie considerazioni sulla nomina di Alessi ? sinceramente no: Cinque non ha più risposto alla mia e-mail e, quindi, non penso arriveranno chiarimenti e/o precisazioni. Chissà, magari se riprenderanno le riunioni semestrali regionali di convalida dei portaVoce eletti (è saltata quella prevista a Gennaio di quest’anno), potrebbe essere un punto all’ordine del giorno su cui “perdere” un’oretta. In alto i cuori, ma anche le teste.

 

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*