COMPLICITA’

Da alcune settimane devo ammettere di starmi divertendo non poco leggendo, spesso casualmente, post o commenti di ex “grillinisseni” che cinque anni fa sono stati tra quelli che hanno “voluto la mia testa”, nella famosa riunione di condominio del Novembre 2014. Molti di loro, infatti, oggi si sono ricreduti totalmente e scrivono, in forma differente ma concettualmente eguale, quello che per anni gli ho ripetuto in merito alla brutta strada che stava prendendo il partito di Grillo. Ci fosse stata questa complicità allora…

Leggo che c’è chi voleva fare l’assessore e s’è incazzato, chi non è contento dell’alleanza con la Lega (Nord), chi si è reso conto che il movimento è diventato peggio di un partito e chi, addirittura, ammette di non sapere più cos’è diventato, ma per quello basta aprire un qualsiasi giornale. Degli “attivisti-condomini” di allora ne sono rimasti sì e no una decina, compresi familiari e dipendenti dei deputati nisseni, quasi nessuno. Quello di oggi è un movimento nisseno allineato alle posizioni partitiche nazionali, tant’è che si parla anche della possibile nomina di un nuovo assessore che sarebbe, udite udite, uno dei candidati a sindaco alle ultime amministrative. Una mossa da partito della primissima repubblica che nulla ha di nuovo se non la facciata.

Posizioni nazionali sempre più confusionarie dove spesso il partito di Grillo di sovrappone alla Lega (Nord) per poi provare a contrapporsi sempre con poca convinzione. Il risultato di questa politica ridicola si è visto alle ultime elezioni europee dove i “grillini” hanno perso sei milioni di voti in un anno. E’ questo il vero “record mondiale” e non la pagliacciata-votazione online di poche decine di migliaia di persone. Di Maio ieri ha dichiarato, testualmente: “Ho chiamato Salvini, dobbiamo tornare a lavorare a pieno regime“. Al di la dell’utilizzo della parola “regime”, che accostata a Salvini fa sempre un certo effetto, la dichiarazione del capo-politico dei cinquestelle è una candida ammissione che, da qualche mese, il governo e fermo e loro , al di la dei proclami, non hanno fatto un emerito cazzo, Se no perchè dichiarare questo?

La cosa che, fra dieci o venti anni, verrà maggiormente rimproverata al partito di Grillo è la complicità. Grazie, infatti, al “governo del cambiamento” ed all’alleanza con la Lega (Nord), i “grillini” si stanno rendendo complici di tutti gli atti incostituzionali compiuti, fino ad oggi, da Salvini. L’ultima uscita del leader della Lega (Nord) infatti riguarda l’annuncio della revisione per l’assegnazione delle scorte e, nel farlo, ha indirizzato uno dei suoi “bacioni” allo scrittore Roberto Saviano, notoriamente in contrapposizione con le posizioni di estrema destra del leghista e sotto scorta da anni perchè minacciato di morte da camorra e ‘ndrangheta. Secondo il Consiglio d’Europa si tratta di “intimidazione di Stato”, atto gravissimo che si aggiunge a tutto il resto.

Di tutte queste porcherie i “grillini” sono inevitabilmente complici. Si possono scrivere “poesie” o richiamarsi a chissà quali sani principi, ma siete complici del bullismo, dell’arroganza, delle leggi razziste e di quelle in favore delle armi, oltre che del disastro economico ormai sancito a tutti i livelli. Non potrete dire: “E’ stato Salvini” no, perchè siete alleati nello stesso governo. Complici e conniventi di un partito che, a proposito di “onestà'” ha rubato 49 milioni di euro agli italiani. Irrimediabilmente complici.

Share Button

1 Commento

Rispondi a Kalyroon1706 Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*