COL NASO TAPPATO

Corradino Mineo è un giornalista Rai, da questa legislatura, è anche un Senatore del Partito Democratico e fa parte dell’ala più a sinistra del partito che fa capo a Civati. Nel corso del governo Letta, Mineo non faceva parte della Commissione Affari Costituzionali ma, a causa del cambio a Palazzo Chigi ed alla conseguente nomina di nuovi Ministri, è stato necessario sostituire qualcuno di questi, che facevano parte delle Commissioni e così Corradino, grazie all’avvento di Renzi (osteggiato dalla sua corrente), si è ritrovato nominato all’interno della suddetta Commissione.

La “colpa” del giornalista sarebbe quella di non essere allineato col Premier sulla riforma del Senato (che effettivamente fa acqua da tutte le parti) e, siccome “le riforme devono andare avanti” (anche se fanno cagare), il Partito Democratico rimuove l’unica voce in dissenso presente in un’importante commissione. A cosa serve avere, quindi, diverse anime all’interno del Pd ? solo a fantarsene.

I dubbi sulla riforma del Senato sono molto condivisibili ed il lavoro delle Commissioni parlamentari è proprio quello di discutere tra rappresentanti dei partiti e portare, in aula, una proposta che abbia il massimo della condivisione, che però, per rendere “condivisibile” una proposta si sostituisca un Senatore con un altro che ha un’idea totalmente opposta (dello stesso partito !) non l’avevo mai sentita. In pratica nel Pd o sei d’accordo con Renzi o niente. Agli italiani piace così ? ne piangeranno le conseguenze. A cosa servono le correnti ? a cosa serve votare Pd “da sinistra” tappandosi il naso ? a niente, proprio a niente. La cosa grottesca è che gli stessi “piddini” usano termini impropri quando c’è un’espulsione nel moVimento che, lo ricordo, viene decisa con più passaggi e col voto online e non dall’ufficio di Presidenza (ovvero da Renzi).

A proposito di Grillo e di naso tappato, stamani è toccato farlo a me. Devo ammettere la mia ignoranza in tema di gruppi parlamentari europei e, quando ho saputo che si votava sul portale del moVimento per scegliere il gruppo in Europa, sono subito corso ai ripari. Ho fatto le mie ricerche ed ho anche chiamato l’amico più “anti-grillino” che ho per sentire, così, anche la voce e le ragioni (oltre alle competenze) di chi “non ci vede di bun occhio”. Dopo di che ho deciso di tapparmi il naso e di esprimere la mia… preferenza (si fa per dire).

La scelta è tra: il gruppo dei “Non iscritti” con cui, di fatto, si vale zero in Parlamento e poi l’EFD di cui fa parte l’Ukip di Farage ed , infine, l’ECR.

L’EFD è di estrema destra mentre l’ECR è, diciamo, moderatamente di destra. La scelta si chiude qui e, dando per buone le parole scritte sul blog, si tratta degli unici due gruppi che hanno dato seguito alle richieste di incontro da parte del mVimento. Per quanto riguarda i Verdi sappiamo già tutto, per quanto riguarda gli altri gruppi, dobbiamo fidarci di quello che c’è scritto sul blog e provare ad approfondire ed a scoprire come sono andate le cose.

Una cosa è certa: la campagna di Grillo che ha dato il 100% dello spazio sul blog a Farage non è stata corretta perchè, se è vero come è vero che questa era la soluzione più gradita a Grillo e Casaleggio, è anche vero che, se siamo ancora quelli che siamo sempre stati, a decidere devono essere i cittadini tramite la votazione online.

Votazione che non andava fatta adesso ma, bensì, subito dopo le elezioni, tra tutti i gruppi parlamentari e non certamente in  un’unica giornata. Dopo la votazione online sarebbero dovuti iniziare gli incontri nell’ordine stabilito dalla votazione. Tutte considerazioni che faccio dopo aver votato per la soluzione ECR e dopo essermene pentito. Ho giurato a me stesso di non votare mai più il “meno peggio” in una elezione ma avrei preferito estendere questo mio proposito oltre. La mia preferenza espressa è voluta essere un “tentato segnale” a Grillo che, nel post-elezioni, ha sbagliato tutto facendo il contrario rispetto a quanto previsto dalle idee del moVimento. Mi auguro, almeno, di non dover vedere i nostri 17 parlamentari seduti negli stessi banchi dell’Ukip, non basterebbe più una sporadica tappata di naso.

 

INFORMAZIONE IMPORTANTE: tutte le parole dei post che hanno questo colore sono dei link che vi aprono una pagina internet collegata al discorso del post. Basta andarci sopra con il mouse e cliccarci.

 

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*