ARGOMENTI INUTILI

Partiamo da qualcosa di divertente. Al di la di come la si pensi, che si sia di destra, di sinistra, di centro o “oltre”, la prima “esibizione” del deputato regionale Barbagallo (Lista Musumeci) all’Ars ha fatto il giro del web ed ha divertito veramente tutti… o quasi. Non ho potuto constatare direttamente ma, da quel che leggo, pare che l’ex Consigliere Comunale Iacona non abbia gradito l’ironia e gli sfottò e pare che se la sia presa particolarmente coi “grillini”: “Farebbero bene a guardare al loro interno e al loro vertice, troverebbero dosi di ignoranza abissali, aggravate dalla cattiveria, dal giustizialismo e dalla ‘invidia sociale che caratterizza molti esponenti della loro base”. Sicuramente è una “singolare difesa”, evidentemente forzata, visto che l’intervento in aula dell’Onorevole Barbagallo va veramente oltre ogni immaginabile satira ed i suoi argomenti sono davvero inutili o al massimo utili solo a stimolare una fragorosa risata. Se da una parte è vero che anche all’interno dei “grillini” esistono delle punte di ignoranza molto vicine a quelle del Deputato Barbagallo, dall’altra è altrettanto ovvio che sarebbe bastato leggergli prima il testo del discorso, in modo tale da evitargli questa pessima figura. Se un Deputato regionale parla una lingua lontana anni luce dal corretto italiano ed esprime concetti incomprensibili, la colpa non è certo di chi poi ci ride sopra.

Ieri sera, invece, sono stato al concerto di Gianluca Grignani. Gradevole e divertente. Gradevole per la bella musica che il cantautore italiano ha sciorinato con la (non) sua chitarra; divertente perchè, privo della propria chitarra, Grignani ha fatto qualche “capriccio” di troppo (coi tecnici audio) finendo, spesso, per cantare “a cappella”. Al di la del fatto che ho sempre considerato Grignani “il Battisti del 2000“, per il suo stile, la sua voce ed i suoi testi, capisco che questi possa anche non piacere. D’altronde c’è gente che adora Gigi D’alessio o Brigantony, così come c’è chi ascolta Laura Pausini considerandola superiore a Patty Pravo e che poi, dall’alto di una tale “cultura musicale”, si permette di criticare Grignani, non sulle canzoni, sulla voce o, comunque, sugli aspetti artistici ma, bensì, facendo battute (sulle vicende personali) che sono di una banalità imbarazzante.

A proposito di argomenti inutili che oggi il post tratta volutamente, non può certamente mancare un piccolo spazio calcistico. La vittoria della Juventus sulla Fiorentina di sabato ha avuto un doppio gusto di goduria: per la vittoria di per se e per il gol di Gonzalo Higuain. Al solo sentirlo nominare l’allenatore del Napoli Sarri va in escandescenza ed il pareggio (in rimonta !) col Pescara fa notare come “el Pipita” fosse fondamentale per i partenopei. La ciliegina finale l’hanno messa i “prescritti cinesi” che, dopo gli annunci dello “spaccone” De Boer, hanno subito una sonora lezione dal Chievo Verona. Forse sarebbe meglio se il tecnico olandese si mettesse a studiare un po’ il calcio italiano, anzichè sciorinare argomenti inutili e fantasiosi.

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*