NIENT’ALTRO DA AGGIUNGERE

Da dove cominciare se non dal “mal di collo-spalla” che mi sono riportato ieri da Enna ? serata umida e piovosa come, d’altronde, anche stamattina a Caltanissetta. No, non sto tornando a scrivere, con non poche difficoltà dopo l’ultimo post, per parlarvi del tempo o dei miei “acciacchi”, ma, com’è consuetudine ormai da anni su questo blog, volevo trasmettervi sensazioni e considerazioni personali sulla riunione regionale di ieri del moVimento 5 stelle Sicilia.

Era la prima dopo i i fatti di Ragusa, ma era una riunione che aspettavo con piacere perchè, da quello che si diceva in maniera ufficiale, si sarebbe discussa e votata la sfiducia a Crocetta ed al suo governo.
Come sempre più spesso capita, però, nel moVimento regionale ci sono delle sorprese dietro l’angolo: appena arrivati, infatti, scopriamo che in assemblea non si voterà, che è arrivata una e-mail ai referenti provinciali alle 13,30 (quando tutti erano in viaggio per raggiungere Enna) e che il mittente di questa e-mail è la cittadina onorevole Claudia la Rocca. Nessuno, quindi, è a conoscenza di questa decisione dell’ultima ora.
La riunione inizia e, come vedrete nei video che sta caricando Valeria e che saranno online tra oggi e domani, sia io sia lei abbiamo chiesto conto del perchè non si votasse in assemblea (com’era sempre stato), di chi aveva preso questa decisione e, soprattutto, che si decidesse per alzata di mano se questa modalità di voto andasse bene a tutti o meno. Chi aveva il microfono, e qualche clack sparsa qua e là, hanno avuto la meglio e la riunione è comunque iniziata sotto la guida, ad Enna, di un moderatore di Palermo (!!) nominato non si sa da chi.
Quest’ultimo risulterà, alla fine, il peggiore in campo: ha censurato ed ha fatto fare dei veri e propri comizi ai deputati portando le discussioni e le valutazione sempre e solo dalla parte degli eletti che avevano scritto invece, prima dell’assemblea, che avrebbero partecipato come “semplici attivisti”.
Il moderatore, a fine riunione, ha anche avuto la faccia tosta di avvicinarmi e di provare a parlarmi e, quindi, ho avuto modo di esprimere la mia opinione nei suoi confronti (ve la risparmio, la immaginate) e di chiedergli chi aveva deciso sulla votazione online, visto che in assemblea non mi aveva risposto.
Tenetevi forte, la risposta (imbarazzata) è stata: la redazione … CHI ? … non aggiungo altro.
Poi, stamani, ho trovato sul “gruppo provinciale” del moVimento, una discussione con diverse lamentele sull’andazzo dell’assemblea e ho scritto anche la mia opinione. Ad un certo punto è intervenuto anche il nostro capogruppo all’Ars a cui ho girato la stessa domanda che avevo posto ieri sera al moderatore.
La risposta, abbastanza sorprendente, è stata “non lo so”. Saranno mica stati Grillo e Casaleggio ? no … non credo, l’e-mail arrivata ad ora di pranzo ai “referenti provinciali” era firmata.

Ma basta con le contestazioni dai… sempre a rompere le palle sto ? veniamo al merito ed ai contenuti della riunione: primo punto in discussione “Regolamento Regionale/Attivismo/Metodo decisionale”. Sembra una presa per il culo dopo quello che è appena successo ma la discussione inizia; fioccano le proposte (che saranno votate online tra qualche giorno) e, su tutte, mi rimane impresso l’intervento del nostro capogruppo all’Ars che, parlando da attivista, afferma, più o meno testualmente: “l’attivismo sono due banchetti al mese, tre ?, chi lo decide ? se manchi due mesi vieni accompagnato dai genitori ? gli attivisti sono gli iscritti certificati al portale” (o blog di Grillo non ricordo esattamente, ma cambia poco).
Sarà visibile ed ascoltabile al minuto ’50 del primo video che arrivera’ tra stasera e domani, quindi non temo smentite anche se, forse, il senso voleva essere diverso … o forse no.
Nel secondo punto si parla di rifiuti ed acqua pubblica e qui fioccano gli interventi e gli eletti godono di ampi spazi di replica, quando, invece, la regola era quella dei tre minuti per tutti (!!).
Il punto dura tantissimo, ovviamente non si decide niente sul momento e si passa al terzo punto dove avremmo dovuto discutere e decidere la sfiducia a Crocetta ed al suo governo. Di discutere si discute eccome, ma di decidere …. se ne parla, anche in questo caso, online.
Si arriva al quarto punto, proposto dal meetup di Caltagirone. Il punto, denominato “Sui collaboratori Ars e sulle somme restituite” parla della richiesta, fatta da una parte degli eletti, di poter “sbloccare” una somma di poco più di tremila euro (fin’ora sempre rifiutata) per poter assumere un “collaboratore personale qualificato” che li possa aiutare nella comunicazione ed anche nelle questioni tecniche di particolare difficoltà.
Gli attivisti di Caltagirone (come potete ascoltare in questo primo video ed in quest’altro)  espongono il punto e fanno notare le tante discrepanze presenti nella modalità della richiesta fatta dagli eletti ed informano i presenti che qualcuno ha già sbloccato la somma prima di chiedere il parere del moVimento siciliano, 
Tra i due interventi del meetup di Caltagirone c’è la risposta di Claudia La Rocca che vi invito ad ascoltare attentamente.
Il punto quattro avrebbe dovuto affrontare anche qualche altro tema “secondario” come il perchè i deputati eletti nel moVimento e residenti a Palermo prima della loro elezione, hanno inserito, tra gli extra, il loro affitto di casa (che pagavano anche prima) nel rendiconto ufficiale mensile e qualche altra perplessità che vi risparmio.
Ovviamente non c’è stato il tempo di parlare di queste ultime cose perchè si era fatto tardi e siamo tornati a Caltanissetta più perplessi di come non eravamo quando siamo partiti.

Non chiedetemi conclusioni ulteriori e considerazioni sul futuro del moVimento, non subito almeno. Spero che si possa fare qualcosa per migliorare Caltanissetta; per il resto, oltre a quello che vi ho già scritto, non ho nient’altro da aggiungere. 

P.S. Integrazione post al 7 Ottobre 2013: vi linko i video integrali della riunione oltre a quelli (parziali e successivi) già inseriti in questo post.
Nei filmati trovate tutto dall’inizio: nel primo video, al minuto ’42 o poco più il mio intervento ed al minuto ’50 l’intervento menzionato nel post.

Colgo l’occasione per ringraziare i tanti attestati di solidarierà e stima ricevuti in questi due giorni (pubblicamente e privatamente), esortando tutti, comunque, a dire la propria civilmente e nelle sedi opportune.

Vi ringrazio, inoltre, anche per le tantissime visite: il post sta per toccare le 500 visualizzioni in 24 ore…. per un blog di merda sono ottimi numeri.
Ecco i video, buona visione:

– Riunione Regionale 5 Ottobre 2013 – Enna 1/3

– Riunione Regionale 5 Ottobre 2013 – Enna 2/3

– Riunione Regionale 5 Ottobre 2013 – Enna 3/3

 

Share Button

3 Commenti

  1. Ma come si fa a parlare di nuovi collaboratori quando ancora non sono chiare le modalità con cui sono stati “scelti” i vecchi?

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*